CONDIVIDI

Carlo Gesualdo da VenosaPotenza – “In occasione del 450° anniversario della nascita dell’insigne musicista Gesualdo da Venosa, la cui data è stata individuata storicamente nell’8 marzo 1566, il Comitato Tecnico Scientifico per le celebrazioni gesualdiane ha organizzato due eventi di grande spessore. Il primo a Potenza il 4 marzo alle ore 18 presso il Teatro Stabile, che prevede la presentazione dell’ultima biografia del grande madrigalista, opera di grande valore del prof. Annibale Cogliano – Barile editore, che prevede interventi molto significativi di alcuni esperti, la guida all’ascolto del madrigale gesualdiano ed un concerto di musiche del venusino e di autori coevi, a cura di uno dei più rinomati ensemble di musica rinascimentale e barocca a livello internazionale oltre ai saluti istituzionali dei vari ospiti.

Per la giornata della celebrazione , l’8 marzo a Venosa, il CTS ha inteso rivolgere l’invito agli studenti dei licei classici e musicali della regione e delle provincie di Benevento ed Avellino, territori che condividono con noi la storia dell’illustre personaggio, per partecipare alla intensa giornata dedicata al Principe dei Musici. Scelta, alla quale hanno aderito oltre 400 giovani, dettata dalla convinzione della necessaria appropriazione da parte delle nuove generazioni , dei futuri fruitori di cultura, di questo formidabile” patrimonio immateriale”, quale Gesualdo e la sua musica rappresentano. A darne notizia la dott.ssa Giovanna D.Amato, Coordinatrice del Comitato celebrazioni Gesualdiane:”L’ appuntamento venusino si arricchisce anche di una prospettiva di analisi del musicista e del suo mondo, vista la particolare coincidenza della storia che vede individuata come data di nascita del grande musicista, macchiatosi di un orribile uxoricidio, proprio la consueta giornata dedicata alle donne.

Il CTS ha pensato di caratterizzare l’incontro pomeridiano anche con un dibattito sulla donna e la sua condizione all’epoca, arricchito dal testo di Rocco Brancati sul femminicidio ai tempi di Gesualdo. Ci è sembrato particolarmente interessante dunque sottolineare l’8 marzo 2016 in un contesto che configuri, grazie a questa speciale coincidenza, questa ricorrenza con un profilo culturale ed artistico di spessore”.