CONDIVIDI
Calcio-GinestraCandida
Calcio-GinestraCandida

Potenza. 22 febbraio 2014. Campo FIGC (l’unico campo della Basilicata ancora in queste condizioni disastrose!), Il big-mathc della giornata di 1^ Categoria, girone A, tra Barrata, seconda in classifica con 47 punti ed il GinestraCandida al 1° posto con 49 punti,arbitrato da Pavone di Bernalda, arbitro di Eccellenza non proprio perfetta la sua direzione di gara, e senza forza pubblica ( sono stato costretto a chiamare più volte i Carabinieri e grazie a Dio alla fine sono giunti 2 poliziotti) finisce in parità 1-1.In vantaggio il GinestraCandida con un bel gol di Virgilio al 47′, il suo tiro da 20 mt, finisce nel sette alla destra del portiere (vedi foto). Il pareggio per i locali giunge a tre minuti dalla fine col capocannoniere del campionato, Beneduce, bravo a sfruttare un cross di Mazza (vedi foto). Il GinestraCandida seguito da oltre 50 tifosi ( un grazie va alla società per aver messo a disposizione un pullman) non ha temuto questa partita, anzi nel 1° tempo ha avuto tante occasioni da gol.

Al 7′ Virgilio per Gala che da pochi passi dalla porta, spedisce oltre la traversa. Al 10′ Propato ( il migliore in campo, autore di strepitose parate), in uscita salva in mezzo ad un nugolo di avversari.Al 15′ su punizione di Virgilio,Cappa e Cappiello, da pochi passi dalla porta, mancano il tap-in .Al 20′ Maiorino N. salva su un lanciato Beneduce, mettendo in angolo. Al 23′ su lungo lancio di Pappalardo, Martoccia con un tiro a volo impegna Propato ad una difficile parata. Al 25′ Beneduce in netto fuorigioco, non rilevato dall’arbitro, va al tiro, palla fuori. Al 30′ è ancora l’arbitro a non rilevare un fuorigioco di Beneduce, che serve Verrastro, davanti la porta, in fuorigioco, questa volta segnalato da un impreciso direttore di gara.

Calcio-Barrata
Calcio-Barrata

Al 35′ su lancio di Virgilio,Maiorino N., da pochi passi, di testa colpisce a colpo sicuro, ma il portiere del Barrata, Mariano, salva di piede.Nella ripresa, al primo affondo, il GinestraCandida va in gol al 47′, grazie ad una lunga galoppata di Virgilio, che da 20 mt, fa partire un bolide, che va a finire sotto la traversa (vedi foto, pallone dentro il sacco). Al 50′ in una mischia in area Ginestracandida, l’arbitro espelle Lecaselle e Verrastro, rei di spintoni. Al 60′ Propato nega il gol ad un tiro ravvicinato di Beneduce. Al 65′ al tiro Diana, Propato si oppone di pugno. Al 66′ su cross di Vernotico,Beneduce in acrobazia sbaglia una grossa occasione da gol.

Al 70′ Propato e Cillis salvano su una incursione avversaria. Al 75′ su una mischia in area avversaria, sembra che un giocatore del Ginestracandida abbia toccato il pallone con le mani, l’arbitro fa continuare il gioco. All’80’ Lomio per Gala, tutto solo davanti alla porta, spedisce fuori porta. All’82’ virgilio per il solito Gala, davanti la porta, indirizza la palla addosso al portiere. All’87’ su cross di Mazza, Beneduce lasciato solo, da pochi passi mette in rete( vedi foto).Un finale burrascoso, a farne le spese Santangelo del Barrata, espulso dall’arbitro, che subisce anche uno schiaffo, senza accorgersi del giocatore del Barrata, colpevole di questo grave atto. A farne le spese l’intera panchina del Barrata, mandata anzitempo negli spogliatoi. A fine partita il tradizionale salto do gioia dei giocatori del GinestraCandida verso i propri sostenitori.

BARRATA      1

GINESTRACANDIDA 1

BARRATA. Mariano, Papalardo, Benedetto, Tolve, Minici 8 al 70’ Mazza), Santangelo, Verrastro, Martoccia, Bochicchio, Beneduce, Diana (Russillo). A disp:Monaco,Rinaldi,Di Bello. All: Zaccagnino ( squalificato).

GINESTRACANDIDA:Propato, Lecaselle, maiorino, Cillis, Cappa, Lovecchio, Cappiello ( al 70’ Maiorino L.), Cassano ( al 60’ Cicchiello), Gala, Lomio, Virgilio ( al 85’ Di Muro). A disp:Brescia, Nardozza, Moccia S.Lamorte. All: Bisceglia.

Arbitro: Pavone di Bernalda

Marcatori: al 47’ Virgilio; al 87’ Beneduce.

Note: espulsi Lecaselle, Verrastro e Santangelo.