CONDIVIDI

Porti Urbani.Mostra fotografica di Mariano Doronzo 22-29 Luglio 2015 Momart Gallery, Sasso Caveoso, Matera
Piazza Madonna dell’Idris n.5

mariano doronzo
Foto Mariano Doronzo

Sabato 22 luglio alle ore 19.00 presso  Momart Gallery, in piazza Madonna dell’Idris n.5, a Matera si terrà il vernissage della mostra fotografica Porti Urbani di Mariano Doronzo a cura di Rossella De Palma e Nicola Pappalettera. L’evento inaugurale prevede una formula originale in cui le foto di questo giovane fotografo potranno essere ammirate seguendo un vero e proprio percorso letterario, con testi e brani musicali inediti scritti dall’autore . Nel corso dell’inaugurazione il reading letterario sarà a cura dell’ artista Fabio De Palma, l’accompagnamento musicale sarà eseguito da Cosimo Cirillo.

Le opere di Mariano Doronzo rappresentano la testimonianza visiva delle storie raccolte durante un viaggio in Europa, in cui l’autore ha realizzato scatti di grande respiro, che non si fermano al superficiale fermo dell’immagine medesima. Il percorso espositivo passa dallo spirito sovversivo al gusto del gioco, al piacere dell’andirivieni urbano, alla necessità di cogliere la diversità, alla naturale predisposizione nel cogliere il caso.
Mariano Doronzo è un artista, che attraverso un minuzioso studio dei dettagli, realizza scatti di impatto immediato, che esprimono forza e passione. La scelta dei soggetti per questa sua personale spazia tra gli uomini e le donne incontrati in questi viaggi, lavori e professioni, posti poco convenzionali e lontani da ogni forma preconcetta.

La mostra inaugurata lo scorso febbraio a Trani, presso la biblioteca comunale “Giovanni Bovio” e a Torino, presso la galleria l’Ufficio Moderno fa tappa a Matera per poi proseguire in altre città italiane come Roma, Milano e Bologna e giungere all’estero, in Inghilterra e Russia.
.
La mostra Porti Urbani è patrocinata dal Comune di Matera e della Fondazione Matera-Basilicata 2019. Durante l’incontro interverrà Massimiliano Amenta, assessore alle politiche giovanili del Comune di Matera.

Sarà possibile visitare l’esposizione fotografica da sabato 22 agosto a sabato 29 agosto presso Momart Gallery, via Madonna dell’Idris n.5 ,dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 19.30(giorno di chiusura: Lunedi).
Ingresso Libero.

18 Agosto 2015

Per informazioni:
Momart Gallery
e-mail: info@momartgallery.it
tel. 334.9714460
Rossella De Palma
e-mail: dott.depalma@gmail.com

Breve biografia dell’autore
Mariano Doronzo (1986), vive e lavora a Nottingham (UK). Da sempre attratto dal mondo dell’arte e della cultura più in generale, sperimenta sin da giovanissimo numerosi linguaggi espressivi. Tra questi, la musica lo accompagna da oltre dieci anni, eppure è nella fotografia e nella scrittura che la sua arte si espleta e affina.
Inizia a lavorare con la fotografia quasi per scherzo, rispettando la promessa fatta a un’amica fotografa. Da questo momento approfondisce tecnica e linguaggio fotografico da autodidatta con curiosità ed esperimenti continui, spingendosi sempre oltre nel sapere e nella conoscenza, utilizzando le tecniche di realizzazione della fotografia analogica.
Le sue opere sono state esposte in esposizioni personali (Trani, Torino) e collettive.

www.marianodoronzo.com

Curatela

Rossella De Palma, critica e curatrice indipendente.
Ha pubblicato vari saggi di critica letteraria tra cui “Lo Scrittore Indignato” (2012) e “Saggi e Studi sulla Letteratura della Contemporaneità”. Ha realizzato e collaborato a numerosi progetti dedicati all’arte contemporanea e alla fotografia. Tra questi “Strarte”, collettive di arte contemporanea per ben tre anni consecutivi, dal 2012 al 2014, nonchè la mostra “Sguardi Minori” (2013) e “I Ritratti della Scrittura” (2014).
Attualmente lavora come pubblicista free lance e direttore della rubrica “NarraVita” e per la rivista italo-americana “Letteratu” oltre ad essere impegnata nella cura e promozione del progetto fotografico “Porti Urbani”.
Nicola Pappalettera, classe ’90 giovane appassionato di fotografia e in particolar modo degli aspetti tecnici, ha collaborato alla realizzazione e allestimento della mostra “Porti Urbani”.
Fabio De Palma, diplomato presso il CUT- TEATRO STABILE DELL’UMBRIA di Perugia (2010), formatosi come Giovane Burattinaio presso il Teatro “Casa di Pulcinella” di Bari (2013) e con il progetto Y.A.F.E ( Young Artist For Environment ) , studente di lettere indirizzo cultura teatrale presso l’ Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” .Tra i suoi lavori: “di…sfida in commedia” regia di Gianbattista Rossi (2011); “la bella addormentata” regia di Paolo Comentale (2013); “Capitano Ulisse”regia di Giulia Diomede e Elena Polic Greco; “La Dodicesima Notte” regia di Jenny Lipman; esperienze anche come aiuto regia in “I mignunari : storia di ragazzi randagi”, regia di Claudio Suzzi e assistente alla regia in “L’isola che non c’è … aspettando Peter” con la regia di Elisabetta Tonon.
Cosimo Cirillo, Studente universitario di Teoria e Tecnologia della Comunicazione a Milano. Atlas Palace è il suo progetto musicale (synth, programming, chitarra), che si avvale della collaborazione di Antonio Saponaro e Mariano Doronzo, voce il primo, chitarra il secondo. Hanno già collaborato in una precedente avventura musicale, Nye, con cui nel 2012 hanno vinto il primo posto e premio della critica al Rumore Pop Contest; il primo posto al contest “ZeroAssoluto.rock unplugged contest” e infine si sono classificati al secondo postoall’Arci Cafiero Live Contest di Barletta.
Location
Momart Gallery è una galleria d’arte contemporanea situata nel cuore del Sasso Caveoso, in piazza Madonna dell’Idris n.5 a Matera . Lo spazio espositivo ha come obiettivo la promozione di artisti provenienti da tutto il mondo e la valorizzazione delle arti visive, dalla pittura alla fotografia fino alle forme sperimentali della street art, video art e performing art.
www.momartgallery.it

Porti Urbani” di Rossella De Palma

Il titolo della mostra parte dall’immagine del porto nella storia, come luogo di arrivi e di partenze, come luogo di scambio e di incontro, di andirivieni urbani.

Partendo da questa riflessione abbiamo deciso di intitolare la mostra “Porti Urbani”, in quanto ogni foto è semplicemente il frutto di un incontro con l’altro, di scambio di vita e di esperienza: dalla donna di origine jamaicane all’ex eroinomane che dice di aver sbagliato tutto nella sua vita tranne che i suoi quattro figli, gioia pura e immensa.

I nuclei tematici che sono stati trovati partono dall’analisi delle foto, scattate tra Italia, Inghilterra e Romania.

Abbiamo realizzato dei gruppi di foto, ognuno con un senso e una storia:

  1. I volti: dalla gioia al rammarico, dallo stupore alla rabbia, dallo sguardo fisso che pare penetrarti di una nonna cieca, l’amore di una coppia di futuri sposi che si guarda timidamente, al trionfo del sorriso di un amico.

  1. Gli incontri: Heloise, la donna africana, che lontana da ogni luogo comune è una mamma e donna felice di esserlo e che si perde nei racconti delle sue generazioni. Jimmi, lo sguardo spento di una vita bruciata. La famiglia e le amiche al bar, come incontro e scambio.

  1. Le professioni: il piacere di scoprire che ancora oggi esistono gli artigiani propriamente detti. Il capo di un famoso locale, The Dragon Pub, che è una donna, piccola e minuta ma sempre sorridente. La band che non ha un palco su cui esibirsi e lo fa per strada. I barbieri vecchio modello e stampo.

  1. Altri gruppi.

Quello che vogliamo sottolineare è la scelta di non fotografare luoghi e monumenti emblematici, personaggi famosi che avrebbero potuto essere maggiormente fruibili, ma la volontà di scegliere come soggetto di questa mostra la normalità, gli incontri, le persone e i bagagli di racconti che portano con loro.