CONDIVIDI

Nei giorni che dovevano vedere l’approvazione in prima lettura dello Statuto della Regione Basilicata si è discusso di ben altri argomenti. In un Disegno di Legge Pittella è riuscito a mettere di tutto: dai 350 mila Euro per l’assistenza scolastica agli alunni diversamente abili delle scuole dell’infanzia, elementari e medie (non delle superiori, solo inferiori), fino ai 2 milioni per l’Aeroporto di Pontecagnano.Ed è stato proprio su Pontecagnano che abbiamo ascoltato altre parole sconcertanti del gladiatore di Lauria: “L’areoporto è una scommessa della Regione Basilicata a costi molto contenuti”.

Aeroporto-Costa-dAmalfi-Salerno-Pontecagnano
Aeroporto-Costa-dAmalfi-Salerno-Pontecagnano foto dal web

“La scommessa” Pittella può farla benissimo con una parte del lauto stipendio di cui dispone, non con i soldi dei cittadini lucani.

L’areoporto non rientra nemmeno tra quelli qualificati di particolare rilevanza strategica; lo stesso Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in un’intervista alla trasmissione Presa Diretta lo definiva così:”L’aeroporto non funziona però è sicuramente il più inaugurato del mondo. Credo ci siano state almeno sei inaugurazioni, tre della giunta regionale di centro sinistra e tre della giunta regionale di centro destra”. Da anni sosteniamo l’idea di un bando pubblico per scegliere un gestore che gestisca in maniera imprenditoriale l’aeroporto, invece si è preferito fare il consorzio e la spa per logiche di clientela politica. Sono stati persi milioni e milioni di euro. Questo è un esempio di Italia e Sud da cancellare”.

Chissà, forse saranno cambiati gli scenari economici da 3 anni a questa parte, ma come M5S non riteniamo affatto indispensabile un investimento di questo tipo in una terra che deve affrontare ben altri tipi di emergenze. Pittella, nel prossimo Disegno di Legge Omnibus, dovrebbe inserire misure più affini tra loro. Invece di Pontecagnano, accanto ai sacrosanti contributi per i bambini ed al potenziamento delle strutture sanitarie, avremmo voluto vedere misure volte ad implementare gli aiuti alla parte più debole del tessuto sociale. Prendiamo ad esempio la misura sul reddito minimo di inserimento che, ancor prima di partire, sta mostrando tutti i suoi limiti strutturali.

Come vede caro Pittella, non c’è più tempo per le scommesse (a perdere): se proprio vuole vedere aerei volare, si compri un bel drone e si sbizzarisca con la fantasia, magari utilizzando la pista dell’areoporto Mattei di Pisticci.

Gianni Perrino

Capogruppo M5S Basilicata – Consiglio Regionale