CONDIVIDI

antoniatricaricoTito, 2013-03-06 – Pink Moon è la serata che il Centro Cecilia di Tito dedica alla creatività al Femminile in occasione della Giornata Internazionale della Donna. Venerdì 8 marzo a partire dalle ore 18.30, infatti, sarà inaugurata Silent Body, personale della fotografa Antonia Tricarico e saranno presentate altre due iniziative fotografiche: i lavori di Anna Russelli ed il ciclo di scatti “Donne che vincono” dell’associazione Donne 99 A.N.D.E. di Tito.

ore 18,30 (ingresso libero)  :
-Vernissage di “Silent Body”, mostra personale di Antonia Tricarico
-Presentazione dei lavori fotografici di Anna Russelli per “Orizzonti diversi: fotografi a confronto” a cura di Fiorella Fiore
-Presentazione della mostra “Donne che vincono” dell’associazione Donne 99

ore 22,00 (ingresso 6 euro inclusa consumazione)
-Libera Velo in concerto

Concluderà la serata, alle ore 22,00, il concerto di Libera Velo.

La mostra sarà accompagnata da un testo di presentazione di Daniela Rosa.

Autrice di importanti esposizioni in Italia e all’estero, foto archivista per Lucian Perkins e collaboratrice per numerose case discografiche americane, Antonia Tricarico denuncia con i suoi “ritratti” la violenza fisica, verbale e psicologica che sulle donne pesa come colpa e come minaccia.

“Lo sguardo di Antonia Tricarico getta luce sul processo di demonizzazione della donna nel corso dei secoli, come sui ruoli, gli schemi, gli stereotipi in cui ancora oggi appare costretta ed esprime un’ansia di liberazione. La stessa che sprigiona oggi da una danza simbolica in cui si uniscono le donne di tutto il mondo, immagine eloquente che contrasta con quelle di caste ed eserciti. Gli scatti di Antonia Tricarico chiamano a riflettere sul valore dell’arte, che prima ancora di essere forma e tecnica, è libera espressione del pensiero. In un Sud Italia, dove la disoccupazione femminile è più che altrove una piaga sociale, il Cecilia sceglie di ospitare il lavoro di un’artista che con la forza della sua fotografia spinge nella direzione di un profondo rinnovamento.”

Le altre due iniziative fotografiche in programma riguardano i lavori di Anna Russelli per il ciclo di mostre Orizzonti diversi: fotografi a confronto curata da Fiorella Fiore (in collaborazione con Cibò), e la serie di scatti “Donne che vincono” a cura dell’associazione Donne 99 A.N.D.E. di Tito.

La cantautrice partenopea Libera Velo concluderà la serata, a partire dalle 22,00, con lo show di presentazione del suo nuovo album Rizoma contro Albero (Octopus records/Audioglobe).

“Un rizoma anche in condizioni sfavorevoli rigenera nuove piante. Ogni rizoma ha la sua riserva che dà forza e longevità”. Si presenta così “Rizoma contro Albero”, il secondo album, uscito a fine gennaio, che segna il ritorno sulla scena musicale di Libera Velo, dopo una pausa “biologica” – nel 2010 la cantante ha avuto una splendida bambina – durata tre anni.

Brani dal suono misto e ibrido, tra storie di amore e pazzia, sesso rizomatico e laicismo concreto, fotografia e memoria storica. Il tutto miscelato nell’autoironia creativa tipicamente meridionale.
A dettare la linea, una forte componente di contaminazione: un radicamento nel blues dal basso, con sprazzi improvvisi di folk-psichedelico e teatralità da musical, logoranti parole in calde sonorizzazioni, a cui fa capo un modo naturale e antivirtuoso di concepire strumenti, voci e rumori.

Libera Velo esordisce nel 2007 con il suo primo album “Riffa”. Tra le dodici tracce di “Riffa”, è presente anche “Mamma Felicia”, canzone dedicata alla madre di Peppino Impastato, ucciso dalla mafia nel 1978, inclusa anche in una compilation e distribuita da “Il manifesto” nel 2008. Nel giugno 2009 un suo inedito fa parte della colonna sonora dello spettacolo di danza “Made in Naples” presentato in anteprima mondiale all’interno della rassegna “Napoli Teatro Festival”.

 

Per ulteriori informazioni :

e-mail : info@centrocecilia.it – tel.0971.798342

Su Facebook : Cecilia, centro per la creatività

www.liberavelo.it    www.antoniatricarico.com