CONDIVIDI

ofant1bPescopagano, 2013-08-03 – Trenta discipline sportive, cento gare in calendario, seicento atleti, trenta comuni e uno staff composto da un numero indefinito di volontari. Questi i numeri della manifestazione che si appresta ad essere l’evento sportivo dell’anno 2013. Mancano pochi giorni al fischio ufficiale d’inizio e sono tutti schierati sulla linea di partenza pronti a far splendere le Ofantiadi di luce nuova. Una manifestazione colorata, divertente e impegnativa che unisce paesi vicini e lontani, atleti di ogni genere ed età, che tra una sfida e l’altra, riscoprono il gusto dello stare insieme e della competizione, ma di quella sana e pura che fa crescere e migliorare. La cerimonia d’apertura, fissata per il 4 agosto, vedrà il comune di Pescopagano arricchirsi di atleti e delegazioni dei paesi aderenti. Le danze prenderanno il via alle 17.40 quando nell’area attrezzata di Montecalvo verranno accolti i partecipanti e il referente generale di ogni comune provvederà a registrare i nomi delle autorità presenti e dei portabandiera. Negli spazi appositamente riservati, verranno accolte le varie delegazioni e con dei gadget verranno omaggiati gli atleti presenti.

Dopodichè un susseguirsi di musica e colori animeranno il pomeriggio, a partire dallo spettacolo di intrattenimento curato dal clown Gionni fino allo spettacolo di aeromodellismo acrobatico. Alle 19 la cerimonia ufficiale di apertura seguita dalla sfilata dei capitani storici della squadra di calcio di Pescopagano e da quella dei giovani “avissini” farà da apripista alla parata d’onore delle squadre dei vari paesi aderenti. La serata acquisterà un tono autorevole con la sfilata del Gonfalone dei diversi comuni, del sindaco in rappresentanza ufficiale, del portabandiera e degli atleti. La dichiarazione dell’apertura dei Giochi olimpici è affidata al sindaco di Pescopagano, dott. Giuseppe Araneo, cui farà seguito il giuramento degli atleti e dei giudici di gara. Anche per questa seconda edizione il trofeo “Memorial Pasquale Mazzeo-Bozzone Antonia Maria” tingerà d’oro le Ofantiadi e un tedoforo d’eccezione, il pugile olimpico Roberto Cammarelle, accenderà la fiamma che farà brillare lo stadio. Uno spettacolo pirotecnico e uno di luci laser renderanno ancor più magica la cerimonia d’apertura dei Giochi. Gli stand gastronomici di prodotti tipici locali e il concerto di musica dal vivo “Omaggio 50° Nomadi” arricchiranno il tutto. “Le aspettative sono elevate e la concentrazione è massima , gli imprevisti sono sempre in agguato , ma siamo quasi pronti. Certo, un po’ di ansia da debutto c’è, ma il bello è proprio questo.” Queste le parole dell’assessore Francesco Gonnella, ideatore della manifestazione.

Tanti sono i comuni che hanno aderito sia formalmente che attivamente mettendo a disposizione strutture ed accoglienza. “Fin ad ora è andato tutto bene – ha proseguito Gonnella – dall’accoglienza che i comuni hanno riservato all’arrivo della fiaccola alla disponibilità delle istituzioni e delle associazioni coinvolte. Il nostro primo obiettivo è rendere la cerimonia di apertura un evento indimenticabile affichè chi vi parteciperà possa dire con soddisfazione “io c’ero”. Il resto è un mosaico composto di tasselli che devono combinarsi perfettamente per rendere l’immagine finale chiara, limpida e possibilmente bella.” Ora non resta altro che fare il countdown e prepararsi ad assistere ad una giornata che ha tutti i presupposti per ottenere una medaglia d’ora.

Giulia Graziano