CONDIVIDI

pediciniPotenza – Il presidente della Regione Basilicata Marcello Pittella nei giorni scorsi ha diffuso una nota in cui ha detto che gli amministratori comunali di Roma “vanno aiutati ad assumere una decisione saggia e responsabile rispetto all’organizzazione delle Olimpiadi 2024”.

Ha poi aggiunto che “chiederà al presidente della Conferenza delle Regioni di invitare il sindaco di Roma, Virginia Raggi, ad una riunione in cui discutere della questione”.
Sorge spontaneo chiedersi come sia possibile che il governatore lucano, invece di dedicarsi ai tanti e cronici problemi della Basilicata, si occupi delle Olimpiadi del 2024.

A Pittella va ricordato che la Basilicata è agli ultimi posti di tutte le classifiche che certificano la situazione economica, sociale e culturale di un territorio e deve fare i conti con indici di disoccupazione paurosi, uno spopolamento drammatico, imprese che chiudono ogni giorno, agricoltura in ginocchio, sanità allo sbando, traffici di rifiuti illegali, estrazioni petrolifere in Val d’Agri sott’inchiesta per i danni all’ambiente e alla salute dei cittadini.

Non sappiamo se sia mania di grandezza o un colpo di teatro per avere qualche titolo sui giornali, ma è veramente inaudito vedere che lo stesso Pittella presidente Pd della stessa Basilicata che abbiamo prima descritto, voglia organizzare incontri con le altre Regioni italiane “per individuare gli strumenti normativi e finanziari che possano consentire di dare una mano alla buona riuscita delle Olimpiadi e a Roma”.

Il sindaco Virginia Raggi, eletta con i voti di 770mila romani, sa bene cosa fare rispetto alle Olimpiadi e sulle priorità per la città di Roma, così come è stato previsto nel programma del M5s presentato ai cittadini.
Se il governatore lucano vuole visibilità nazionale e darsi arie da statista, si concentri in silenzio, con umiltà, onestà e trasparenza sui gravi e numerosi problemi della Basilicata.

Li affronti e li risolva concretamente, dimostrando con i fatti i risultati raggiunti. Questo è il suo compito e non quello di dare consigli sulle Olimpiadi a Roma. Inoltre, la smetta di fare il Renzi del Sud che fa solo propaganda e promesse puntualmente disattese. Pensi, piuttosto, ai ritardi e alle inadempienze per Matera Capitale della Cultura 2019.

PIERNICOLA PEDICINI
Portavoce eurodeputato del M5s al Parlamento europeo