CONDIVIDI

Potenza – “Noi non abbiamo mai messo in discussione l’onestà e la professionalità dei dipendenti dell’Arpab, noi non ci fidiamo dei suoi dirigenti e dei funzionari nominati dalla politica e sotto inchiesta per le varie vicende giudiziarie in corso.

Se l’Arpab è stata accusata più volte dalla magistratura di aver svolto ‘controlli approssimativi e carenti’ sui reflui del petrolio in Val d’Agri e sul termodistruttore ex Fenice di Melfi, non sono nostre illazioni ma fatti documentati da procedimenti di altre istituzioni pubbliche.

Foto Pedicini
PIERNICOLA PEDICINI

Tuttavia, vogliamo raccogliere l’invito ad essere costruttivi del direttore generale dell’Arpab Edmondo Iannicelli, e facciamo una proposta: l’Arpab è disponibile ad effettuare analisi simultanee e separate dello stesso campione delle acque del Pertusillo, insieme all’Università di Basilicata e ad un laboratorio individuato dal M5S Europa? E poi, appena i risultati saranno pronti, il direttore generale Iannicelli è disponibile a rendere noti e confrontare le proprie valutazioni in una conferenza stampa a Bruxelles presso il Parlamento europeo in presenza di rappresentanti della Commissione europea?

Noi siamo pronti ad andare in questa direzione, perché non amiamo le polemiche ma vogliamo essere propositivi e dare il nostro apporto per fare chiarezza e contribuire a tranquillizzare i cittadini su una vicenda inquietante e preoccupante come quella dell’inquinamento del Pertusillo.

L’Arpab è disposta ad accettare questo percorso?

PIERNICOLA PEDICINI – Eurodeputato del M5S