CONDIVIDI

MELFI 8 DICEMBRE. DUE EVENTI CARATTERIZZANO LA GIORNATA DELL’IMMACOLATA:LA TRADIZIONALE PANEDDUOZZE ED IL CONCERTO DELLA CORALE “MYSTICUS CONCENTUS” A CURA DELLA PRO-LOCO FEDERICO II

PANEDDUZZE 2014Melfi – Due eventi che si celebrano e convergono in un unico giorno, l’otto Dicembre ricorrenza dell’Immacolata Concezione e precisamente : “La tradizione de re PANEDDUOZZE” e la XIX^ Edizione del Concerto Dell’Immacolata. Evento collaterale: II raduno di auto d’epoca. Eventi organizzati dalla pro-loco “Federico II”, presieduta dal prof. Bufano.“Le Panedduozze- riferisce il prof. Tommaso Bufano, presidente della pro-loco- sono piccoli pani azzimi che la tradizione fa risalire alla venuta a Melfi,nel 1534,di numerosi gruppi di famiglie albanesi. Dopo la Pasqua di sangue del 23 Marzo 1528,infatti, re Carlo V di Spagna,rilevando la necessità di ripopolare la città di Melfi,emana,in uccessione,due Editti. Col primo invitava le popolazioni di città e contrade limitrofe a trasferirsi a Melfi; con il secondo,proclamando la città “FIDELISSIMA” esentava i suoi abitanti,per la fedeltà dimostrata,dal pagamento delle tasse per un periodo lungo dodici anni. La colonia più numerosa,gli albanesi, guidata dal capitano “Zuzera”(si pronuncia chiuchiera) si insediò nel rione ubicato tra porta S.Antolino e porta Troiana, e da quel periodo in poi,questo rione, venne chiamato “Chiuchiari”.
Il rito delle “panedduozze”,quindi,ebbe origine circa cinque secoli orsono,ripetendosi ogni anno.Negli ultimi due secoli,da quando Papa Pio IX,nel 1854, dichiarò come dogma di fede che la Madonna fu concepita senza peccato originale, ciò avviene in simbiosi con la festa dell’Immacolata Concezione. Come auspicio, alcune “panedduozze” vengono diffuse nei terreni appena arati,dai nostri agricoltori, nella speranza di un raccolto abbondante”.
Il cestino con le “panedduozze”che la Pro Loco Federico II di Melfi predispone, vengono offerti ,quest’anno,durante la celebrazione della messa delle ore 10.00 e delle ore 17.30 nella Chiesa di S.Antonio ed alla fine del Concerto dell’Immacolata,con inizio alle ore 18,45 sempre nella chiesa di S.Antonio Il concerto si svilupperà in circa venti brani,di tradizione Mariana e Natalizia,eseguite dalla corale “Mysticus Concentus”coadiuvata da un organo,due violini, una viola ed un violoncello e quattro solisti: Arcangela Sterpellone soprano,Emmanuela Capace mezzo soprano,Carlo Losito tenore e Saverio San Giacomo baritono.Sarà uno spettacolo piacevolissimo e di buon livello artistico.