CONDIVIDI

Salerno,2012-09-26 – La Soprintendenza BAP di Salerno e Avellino, diretta da Gennaro Miccio, propone una riflessione sul patrimonio culturale del Parco Nazionale del Cilento, del Vallo di Diano e degli Albuni. L’iniziativa è curata insieme con l’Associazione Identità Mediterranee, Associazione Achille e la Tartaruga con il patrocinio e il contributo dell’Ente Parco Nazionale del Cilento, del Vallo di Diano e degli Alburni in collaborazione con Associazione Badia di Pattano, Comune di Vallo della Lucania, Comune di Camerota, Comune di Cannalonga, Ente Fiera della Frecagnola, Comunità Montana del Gelbison Cervati, Pro Loco dei Laghi di Cannalonga, Museo Archeologico Regionale di Roccagloriosa, Diocesi di Vallo della Lucania.

Alla luce delle problematiche relative alla gestione integrata dei Paesaggi Culturali, l’evento si propone come una riflessione sulle tematiche della conservazione e valorizzazione del patrimonio del sito del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e degli Alburni anche in considerazione dell’iscrizione, avvenuta nel 1998, nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO. Saranno emblematicamente presi in considerazione alcuni ambiti comunali, Vallo della Lucania, Cannalonga, Camerota e Roccagloriosa, nei quali sono ancora evidenti i segni della edificazione millenaria del paesaggio, dalla preistoria al monachesimo, e in cui le stratificazioni culturali correlate sono vivacemente presenti nelle tradizioni etnoantropologiche ed enogastronomiche. L’idea di promuovere in Cilento le Giornate Europee del Patrimonio è nata dalla scoperta casuale di alcune superfici architettoniche decorate nella sacrestia della Chiesa di S. M Assunta in Cannalonga, grangia della più famosa Badia di Santa Maria di Pattano. L’evento prevede, quindi, una visita sia alla Badia di Santa Maria di Pattano che alla Chiesa dell’Assunta in Cannalonga, dove saranno visibili i saggi fatti realizzare dalla Soprintendenza su due pareti della sacrestia. L’occasione è propizia anche per promuovere il centro storico minore di Cannalonga e per dare visibilità a due siti di rilevante interesse, ancora poco conosciuti, quello di Roccagloriosa e l’insieme delle grotte preistoriche di Camerota, ad oggi visitabili solo dall’esterno. L’evento inizia il venerdì 28 settembre con un convegno che, partendo dal dossier di candidatura che ha portato all’iscrizione del Cilento, Vallo di Diano e degli Alburni nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO, cerca di documentare come il paesaggio e la cultura del Cilento siano stati, dal Medioevo, fortemente condizionati dalla colonizzazione dei monaci, in particolare di quelli bizantini. Il tema del monachesimo offre inoltre una preziosa occasione per aprirsi al Mediterraneo grazie all’intervento di due studiosi provenienti dal Libano, che è il paese mediorientale che ha un altro sito caratterizzato dalla presenza monastica iscritto nella Lista UNESCO.

Le Giornate Europee del Patrimonio continueranno il 29 settembre 2012 con una Tavola Rotonda sul tema “Paesaggio Culturale e Dieta Mediterranea” che si svolgerà a Cannalonga e procederanno il 30 settembre 2012 con una serie di aperture straordinarie e visite a Roccagloriosa, uno dei siti archeologici più interessanti del Cilento, con un passaggio per Camerota, alle origini del sistema paesaggio culturale del Parco e al borgo medievale di San Severino di Centola.

VALLO DELLA LUCANIA (SA) – CANNALONGA (SA) – CAMEROTA (SA)

28 Settembre 2012 29 Settembre 2012 30 settembre 2012

V A L L O D E L L A L U C A N I A ( S A ) 28 Settembre 2012

10.00 Visita alla Badia di Pattano a cura dell’Associazione Badia di Pattano

16.00 Auditorium del Seminario Vescovile, Conferenza internazionale – La costruzione del Paesaggio Culturale: Influenze del monachesimo nella costruzione dei paesaggi culturali del Mediterraneo a cura della Soprintendenza per i B.A.P. di Salerno e Avellino, dell’Associazione Identità Mediterranee e dell’Associazione Achille e la Tartaruga

– Saluti delle istituzioni

Antonio Aloia, Sindaco di Vallo della Lucania

Amilcare Troiano, Presidente dell’Ente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni

Gennaro Miccio, Soprintendente per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le Province di Salerno e Avellino

– Introduzione

Presentazione delle attività previste per le Giornate Europee del Patrimonio

Giovanni Villani, Soprintendenza BAP di Salerno e Avellino

– Interventi

Carla Maurano, Architetto paesaggista

Il dossier di candidatura a 15 anni dall’iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO

Giovanni Villani, Architetto, Soprintendenza B.A.P. di Salerno e Avellino

Influenze del monachesimo nella costruzione del paesaggio culturale del Cilento del Vallo di Diano e degli Alburni

Roberto Fusco, Docente di Civiltà e Letteratura Bizantina, Officiale Congregazione per il

Culto Divino (Città del Vaticano)

Il monachesimo orientale nella cultura e nella storia della Chiesa

Daniela Rossi, Conservatore dei Beni Culturali

Insediamenti monastici del Cilento e degli Alburni quali segno del paesaggio culturale del

Cilento, del Vallo di Diano e degli Alburni.

Claudia Pontoriero, Conservatore dei Beni Culturali

Una testimonianza del monachesimo italo-greco: la Stauroteca di San Giovanni a Piro

Danila Scaldaferri, Conservatore dei Beni Culturali

L’attività agro-silvo- pastorale dei monaci bizantini nel Cilento, nel Vallo di Diano e negli

Alburni

Mr Antony Tawk, Sindaco di Beresha, Libano

Presenze monastiche e paesaggio culturale libanese

– Conclusioni

Luigi Rossi, Preside della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Salerno

Modera
Paola de Roberto, Presidente Associazione Achille e la Tartaruga

C A N N A L O N G A ( S A ) 29 settembre

Una passeggiata a CANNALONGA alla riscoperta dei segni del paesaggio culturale cilentano in collaborazione con il Comune di Cannalonga, l’Ente Fiera della Frecagnola, la Comunità Montana del Gelbison Cervati, la Pro Loco dei Laghi, la Soprintendenza per i B.A.P. di Salerno e Avellino, l’Associazione Identità Mediterranee e l’Associazione Achille e la Tartaruga, i cittadini di Cannalonga

09.30 Visita della Chiesa di Santa Maria Assunta a cura di Rosa Anzani, restauratrice, con esposizione dei saggi sulle superfici architettoniche decorate.

Esposizione di reperti di età paleolitica conservati nella Chiesa, molti dei quali provenienti da Camerota, mostra dei dipinti della VIA AMORIS, a cura della Pro Loco dei Laghi di Cannalonga.

11.00 Visita al centro storico di Cannalonga, seguendo il percorso dal Palazzo Ducale Mogrovejo al mulino Torrusio. Passeggiata ecologica lungo il corso del torrente.

15.00 Visita guidata alla Diga del Carmine

· Dalle ore 13,00 alle ore 14.30 i ristoratori di Cannalonga promuovono un menù turistico tradizionale con fusilli con sugo e ragù, bollito di capra, carni e verdure locali ad un prezzo base promozionale di €15,00

·

Tavola rotonda

Paesaggio Culturale e Dieta Mediterranea:

valori culturali e valorizzazione di un patrimonio complesso

a cura dell’Associazione Identità Mediterranee e dell’Associazione Achille e la Tartaruga in collaborazione con la Soprintendenza BAP

SALA SOCIALE DI CANNALONGA, ore 17.00

– Introduzione

Il “Patrimonio” della Dieta Mediterranea

Carla Maurano, Presidente Associazione Identità Mediterranee

– Partecipano

Adalgiso Amendola, Franco Castiello, Luigi Cobellis, Paola de Roberto, Amilcare Troiano, Antonio Vacca, Giovanni Villani

– Modera

Andrea Manzi

Presentazione del “Premio ai Custodi della Dieta Mediterranea”

Riconoscimento internazionale alla conservazione e valorizzazione della Dieta Mediterranea

attribuito dalle Associazioni “Achille e la Tartaruga”e “Identità Mediterranee

Break gastronomico offerto dalla Pro loco di Cannalonga

20.30 Centro storico di Cannolonga, esibizione di organettisti e zampognari con la partecipazione

coreografica del gruppo folk di Cannalonga.

C A M E R O T A ( S A ) 30 settembre

Da Roccagloriosa a Camerota a San Severino, fra Paesaggio Culturale e Dieta Mediterranea

a cura dell’Associazione Identità Mediterranee, in collaborazione con l’Associazione Achille e la Tartaruga, il Comune di Camerota, il Museo Regionale di Rocca Gloriosa, la Soprintendenza BAP di Salerno e Avellino.

10.30 Apertura Straordinaria e Visita guidata al Sito e al Museo Archeologico Regionale di Roccagloriosa a cura del Prof. Maurizio Gualtieri, con approfondimenti sull’archeologia del paesaggio.

13.30 Camerota, strada delle grotte preistoriche. Sosta presso il presidio slow food

16.00 Visita guidata al Borgo Medievale di San Severino di Centola a cura di Emilio Buonomo