CONDIVIDI
Lecce un'opera dell'artista rionerese Roberta Lioy
Lecce un’opera dell’artista rionerese Roberta Lioy

Lecce, 2013-11-28 – Sabato 30 novembre (ore 18.00 – ingresso gratuito) nei locali della prestigiosa Galleria Art&Co, che rappresenta l’eccellenza italiana nel campo artistico e culturale ( con gallerie a Milano, Caserta, Parma e ora anche Lecce) sarà inaugurata “Once upon a time – C’era una volta” a cura di Tiziano Giurin, ambasciatore per la candidatura di Lecce a Capitale della Cultura 2019.La mostra accoglierà circa 60 opere di varie dimensioni sul tema della fiaba.

Oltre alla più grande collezione europea di serigrafie di Andy Warhol sulle fiabe di Hans Christian Andersen e altre nove opere del principe della pop art americana (“Uncle sam”, “The Witch”, “The shadow”, “Superman”, “Santa Claus”, “Mickey Mouse”, “Mammy”, “Howdy Doody”, “Dracula”), l’esposizione accoglierà celebri capolavori di Emilio Tadini, pittore, scultore e poeta milanese scomparso nel 2002, del pittore e compositore statunitense Mark Kostabi, di Ugo Nespolo, opere dell’artista pugliese Valentino Marra.

La mostra proseguirà sino al 21 dicembre (10/13 – 17/20.30, ingresso gratuito) e ospiterà opere di artisti di elevato spessore artistico che oggi rappresentano il nuovo dell’arte contemporanea italiana: Antonio Calabrese, Antonella Cucinelli, Fiorenza Di Lenna, Francesco Ferrulli, La Pupazza, Roberta Lioy di Rionero in Vulture, Flaviana Pagliara, Alessandro Sala, Antonio Santoro, Eleonora Spanò, Giovanna Stomeo, Nicola Tatullo.

Once upon a time sarà un viaggio tra le fiabe e i suoi personaggi. Le opere della Lioy si ispirano alla fiaba raccontata da Disney “Alice nel paese delle Meraviglie”, dove i sogni diventano realtà e i sogni della Lioy si stanno avverando.. “Quel viaggio che ogni fanciullo intraprende-riferisce l’artista rionerese- e che tutti gli uomini continuano poi da adulti con un senso di meraviglia. Le fiabe suscitano stupore, sentimento che blocca l’animo e che rende più attenti, sorpresi ed entusiasti. Niente nasce dal nulla: nella fiaba sono inseriti, infatti, elementi e fatti della vita di tutti i giorni. Sono felicissima di aver raggiunto, dopo aver girato in lungo ed in largo la Basilicata, un traguardo importante fuori regione”.

Lorenzo Zolfo