CONDIVIDI
Melfi volley donne l'Olimpia Melfi
Melfi volley donne l’Olimpia Melfi

Melfi – Continua a vincere l’Olimpia Volley Melfi che negli ultimi due turni ha liquidato prima la pratica Sapri in casa e poi quella Maratea in trasferta. Contro le campane le ragazze di mister Vincenzo Pontolillo hanno disputato una buona gara, chiudendo la sfida con il classico 3 a 0, lasciando alle ospiti 11 punti sia nel primo che nel secondo set e 10 nel terzo. Buona gara di tutte le 12 atlete scese in campo, in particolare della palleggiatrice Filomena Urbano, della giovane Tecla Loconsolo e della ormai solita Caterina Di Lucchio. Lo scorso fine settimana, come detto, a cadere sotto i colpi di Aurora Vitucci è stato il Maratea, che è comunque riuscito a strappare un set alla capolista; una episodio questo che ha rammaricato non poco il tecnico melfitano che da qualche tempo lamenta un certo calo di concentrazione da parte delle sue atlete, che anche in allenamento delle volte sembrano dimostrare d’avere pochi stimoli. A discolpa delle ragazze c’è forse la consapevolezza del proprio valore, in un torneo già vinto la passata stagione, per via dell’assurda situazione che caratterizza il volley lucano, che vede una compagine che più volte ha sfiorato la serie B2, ritrovarsi oggi a disputare per il secondo anno di fila la Prima Divisione, a causa della mancanza di campionanti di C e D in Basilicata.

Ad ogni modo questo problema di “testa” è stato prontamente cancellato già a Maratea dove il secondo set vinto dalle padrone di casa per 27 a 25 è stato prontamente riscattato dal terzo chiuso con le tirreniche a 13 punti, uno in meno del primo, mentre il quarto ha visto le melfitane concedere alle padrone di casa solamente 6 punti, a prova del vero divario di valore in campo. Per la cronaca a Maratea mister Pontolillo ha schierato ancora una volta un sestetto inedito a causa delle assenze di Maria Pia De Marco e Stefania Caruso infortunate e della palleggiatrice Anna Vicari; in campo sono scese Filomena Urbano, Caterina Di Lucchio, Aurora Vitucci, Fabiana Caruso, Alessia Ciaco e Tecla Loconsolo, quest’ultima sostituita nel terzo e quarto set da Giusy Del Prete protagonista di una buona prestazione assieme alla schiacciatrice rionerese Di Lucchio. Archiviato come visto questi due turni, per l’Olimpia si prospettano già dal prossimo fine settimana una serie di sfide impegnative, partendo dalla trasferta di Potenza contro la De Gasperi, team di comprovato valore e che per il quale il tecnico melfitano confida in una risposta di “testa” da parte delle sue atlete a cui dal profilo tecnico Pontilillo ci tiene a ribadire che non ha nulla da rimproverare.