CONDIVIDI
olimpia matera
olimpia matera

Matera – L’Olimpia Matera non riesce a dare continuità ai suoi successi. La squadra di coach Roberto Miriello si ferma, nella seconda gara casalinga consecutiva, contro l’Amatori Pescara. Un match condotto per lunghissimi tratti. Gli avversari mettono la testa avanti solamente in due occasioni: la prima ad inizio terzo quarto, subito rintuzzati dal Laudoni e Lestini, poi nei primi minuti dell’ultimo parziale, momento decisivo che porta l’Amatori avanti con decisione e vede l’Olimpia che faticosamente cerca di tenersi aggrappata al risultato, fino a quando, negli ultimi minuti, gli ospiti diventano mortiferi dalla lunetta, mentre i padroni di casa non riescono più a reagire.

Miriello sceglie Grande, Zampolli, Laudoni, Lestini e Ravazzani nel suo starting fine. Dall’altra parte, Pescara presenta Rajola, Pepe e Grosso nel pacchetto degli esterni con Bini e Capitanelli sotto canestro. La partenza dell’Olimpia è fulminante, dopo 3’30”, e nonostante il time out di Salvemini, il parziale vede già i padroni di casa in fuga +10 (12-2). Bini e Rajola dalla lunga distanza accorciano (14-11), ma Zampolli e Laudoni trascinano l’Olimpia sul +11 (24-13).

Bini da sotto ritrova punti per Pescara, ma Cantagalli dai 6.75 aumenta il divario. Nel finale di primo quarto, i quattro punti consecutivi di Pepe portano alla sirena sul + 8 per l’Olimpia (27-19). L’inizio del secondo parziale è un botta e risposta. Pepe segna da tre, Cantagalli risponde con la stessa arma.

Da una parte di sono i punti ancora di Pepe, con Di Donato e Capitanelli, che va a schiacciare, dall’altra rispondono ancora Cantagalli e Grande per due volte dalla lunga distanza (39-31). Pian piano però, Pescara inizia a rosicare punti all’Olimpia, che segna meno degli avversari e nel finale la tripla di Bini porta le squadre negli spogliatoi quasi a contatto (46-44).

Il match riprende con una Amatori Pescara pronta a dare il tutto per tutto, mentre l’Olimpia sembra accusare il colpo. Aumentano i giri in difesa per la squadra di Salvemini, che con Capitanelli, Pepe e Pelliccione (che sbaglia anche un tiro libero aggiuntivo) si porta avanti nei primi minuti del terzo quarto (48-50).

Laudoni pareggia e Lestini scuote i suoi dalla lunghissima distanza, prima di realizzare due tiri liberi (55-50). Su uno sfondamento, Salvemini perde la testa e dopo aver subito il tecnico, continua nella sua protesta contro il signor Bernassola. Il secondo arbitro Picchi ritiene eccessive le rimostranze del tecnico ospite e decide per l’espulsione al 23’50”.

Cantagalli va per tre volte in lunetta ed è perfetto (58-50). L’espulsione del tecnico, allo stesso tempo, carica Pepe e compagni, che iniziano a trovare anche conclusioni difficili. Pelliccione e Di Donato prima, dopo i due liberi di Ravazzani, Pepe da tre, poi Lestini dall’area e Rajola da tre portano ad un nuovo pareggio (62-62). Lestini prende i suoi per mano e realizza cinque punti consecutivi. A due secondi dalla fine un evitabile fallo di Grande, porta Pepe in lunetta.

olimpia matera
olimpia matera

Il miglior realizzatore della gara non si fa pregare e chiude i conti del terzo quarto (67-64). Pepe riprende da dove aveva lasciato anche nell’ultimo parziale, canestro con fallo, sono i tre punti della nuova parità. Zampolli e Pepe sono i protagonisti dei primi minuti dell’ultimo quarto, ma è la tripla di Di Donato a cambiare volto al match (71-74). Proprio Zampolli realizza la tripla della nuova partià (76-76), ma Laudoni non trova canestro dalla lunetta e il quinto fallo di Grande porta Capitanelli ai liberi dall’altra parte.

Il lungo di Pescara non sbaglia (76-78). Zampolli ancora da tre, ma Pepe risponde allo stesso modo (80-83). Al 38’15” passi in partenza per Laudoni, contrariato e l’allungo decisivo di Pescara. Prima Capitanelli, poi Rajola dalla lunetta (80-87). Il time out di Miriello non tranquillizza l’Olimpia. Nel finale è sempre dalla lunetta che Pescara chiude i conti con Grosso e Rajola. L’ultimo canestro di Zampolli vale solo per le statistiche (82-90).
TABELLINO DELL’INCONTRO
Olimpia Bawer Matera – Al Discount Venafro 96-71 (26-20, 51-35, 72-54)
Olimpia Bawer Matera – Amatori Pescara 82-90 (27-19, 19-25, 21-20, 15-26)
Olimpia Bawer Matera: Gionata Zampolli 21 (6/10, 3/5), Federico Lestini 19 (5/8, 2/8), Stefano Laudoni 14 (6/8), Gianni Cantagalli 12 (3/8 da tre), Alessandro Grande 10 (2/4, 2/5), Nicolò Ravazzani 6 (2/5), Stefano Crotta, Adama Ba ne, Alberto Montemurro ne, Giovanni Loperfido ne. All. Miriello.
Amatori Pescara: Simone Pepe 32 (6/12, 5/11), Andrea Capitanelli 14 (6/12, 0/3), Emidio Di donato 11 (2/3, 2/4), Stefano Rajola 10 (2/6 da tre), Matteo Bini 10 (2/5, 2/5), Paolo Pelliccione 10 (2/3, 2/3), Andrea Grosso 3 (1/3), Pasquale Battaglia ne, Leonardo Del sole ne, Stefano Tagliamonte ne. All. Salvemini.
Arbitri: Bernassola di Palestrina (RM) e Picchi di Ferentino (RM).