CONDIVIDI

L’Olimpia Bawer Matera arriva alla sfida contro Rimini con un solo obiettivo, vincere e continuare a puntare in alto. Con la consapevolezza che i punti a disposizione per un exploit non sono molti, la squadra di Miriello lavora su due fronti: recuperare al meglio tutti i giocatori e vincere il più possibile per puntare a strappare almeno una posizione migliore in classifica.

Non ci sono dubbi, il percorso un po’ difficoltoso di inizio stagione pesa ancora oggi, ma allo stesso tempo, i play off valgono un vero e proprio campionato a parte, dunque bisognerà affrontarli con il piglio giusto quando arriveranno. Intanto, non bisogna perdere l’attenzione su quello che è il presente, la sfida contro il Rimini.

Attualmente Rimini è in nona posizione, a due soli punti dal Senigallia in ottava e ultima posizione utile per l’accesso ai play off. I romagnoli hanno poche altre chance per guadagnarsi il post season e certamente venderanno cara la pelle in ogni palazzetto, ad iniziare dal PalaSassi.

olimpia matera
olimpia matera

Questo capitan Cantagalli e compagni lo sanno, e sono consapevoli di dover dare il massimo per uscirne vincitori e poter raccogliere il massimo da questo finale di stagione. Anche l’Olimpia Bawer Matera ha il suo obiettivo a portata di mano. La quinta posizione è solamente a due punti, ed è attualmente occupata da Pescara. Per questo ogni sfida, di queste ultime sei, sarà decisiva.

“Mi aspetto una partita dura e combattuta. Rimini verrà a Matera molto aggressiva, consapevole di avere una delle ultime chance per entrare nelle prime otto e conquistare i play off – spiega coach Roberto Miriello –. Noi, ci lecchiamo ancora le ferite di una partita scivolata dalle nostre mani all’ultimo tiro contro Bisceglie, ma sappiamo anche che il basket è questo e bisogna immediatamente reagire.

Dare il massimo per vincere la prossima sfida, è questo l’obiettivo. Vogliamo mantenere la nostra posizione e, qualora fosse possibile, anche scalare per quel che è possibile la classifica. Viste le vicissitudini di inizio anno non possiamo chiedere molto di più, ma abbiamo l’obbligo di provarci, per noi stessi, per la società e per i nostri tifosi.

Di esempi i partite che ci lasciano rammarico ce ne sono tanti, considerando anche l’ultima partita a Bisceglie, ma con i se e con i ma, oppure con i forse, non si va da nessuna parte. Bisogna rimboccarsi le maniche e lottare ancora – continua Miriello –. Bisogna guardare avanti e concludere al meglio la stagione”. Una panoramica del Rimini. “E’ una squadra in grado di fare risultato sempre, che si è rinforzata con l’arrivo di Potì.

Senza dubbio una rivale ostica, che dovremo affrontare con grande attenzione e determinazione”. Sul futuro le idee sono chiare. “Al termine del campionato inizierà un piccolo ciclo completamente diverso. I play off – conclude Miriello – sono una storia diversa”.