CONDIVIDI

Matera – L’Olimpia Bawer Matera torna al PalaSassi per un doppio impegno in quattro giorni. Prima la sfida al Perugia, domani pomeriggio alle ore 18, poi la capolista Montegranaro giovedì 16 febbraio con palla a due alle 21. Due gare importanti, con coefficienti di difficoltà diversi, forse agli antipodi, ma allo stesso tempo fondamentali e da vincere.

L’Olimpia Bawer Matera ha bisogno di portare a casa due risultati utili per rilanciarsi definitivamente in classifica e, soprattutto, fornire alla società le adeguate risposte dopo le dichiarazioni forti del CdA. Lorusso, Sassone e Checchi sono stati chiari, serve una risposta concreta da parte dell’intero roster.

La conferma arriva dalle parole del General manager, Agostino Festa. “Sappiamo il vero valore di questa squadra, che non si può permettere di fare prestazioni molto al di sotto delle proprie capacità. Siamo pronti a qualunque decisione, se qualcuno non vorrà più far parte di questo nostro progetto – rincara la dose Festa –. La nostra idea è quella di portare a termine la stagione con gli stessi uomini con i quali abbiamo iniziato, ma dovremo averne la possibilità.

Questo roster ha le potenzialità e le qualità per andare fino in fondo, ma se qualcuno non vorrà sposare più questo nostro progetto, non faremo sconti. Il CdA non merita mancanze di rispetto. Sono gente che ci mette impegno, risorse e immagine, e all’interno del parquet serve lo stesso impegno da parte di chi indossa questa maglia”. Dal General manager arriva anche un invito al pubblico materano. “Ci aspettiamo una maggiore presenza al PalaSassi.

Noi stiamo mettendo in campo tante iniziative per riportare tanta gente al palazzetto. Ma in questo momento se vogliamo bene all’Olimpia ed ai colori che nel basket rappresentano Matera, bisogna esserci. Mi auguro che ci sia una maggiore presenza già da queste due gare interne contro Perugia e Montegranaro. Il pubblico è il sesto uomo in campo e serve l’aiuto di tutti per vincere”.

Dal punto di vista tecnico la squadra sta bene ed è pronta per scendere in campo. Tutto dipenderà anche dall’approccio mentale, ne è convinto il Team maganer, Cristiano Grappasonni. “Aspetto una razione sul campo. Non servono più le parole, ma dimostrazione dei fatti – ammette Grappasonni –. La società, ma anche il pubblico e la nostra gente, vuol vedere impegno, volontà e voglia di dimostrare.

Si può anche perdere, nello sport ci sono vittorie e sconfitte, ma bisogna sudarsi la maglia in ogni occasione. Ci sono state delle gare dove bisognava dare di più, questo è chiaro. Vogliamo vedere lo spirito giusto in campo e giustamente la società si è espressa chiaramente, per vedere un risultato concreto già da queste due gare che attendiamo contro Perugia e Montegranaro.

olimpia
olimpia

La società non sta facendo di tutta l’erba un fascio, ognuno dei componenti della squadra sa quanto può dare in più e cosa sta facendo in meno, ma mettere un po’ di pepe penso possa aiutare tutti”. L’avversaria di turno è il Perugia, terz’ultima in classifica con otto punti. “La condizione del roster è abbastanza buona, ma la gara contro Perugia dobbiamo vincerla, senza dubbio.

Affrontiamo una squadra magari con meno talento della nostra, ma molto organizzata e con grande voglia. Una partita difficile che, però, se vogliamo risalire la china, fare il salto di qualità anche in classifica, dobbiamo vincere assolutamente.

Comunque dobbiamo pensare prima a noi, che all’avversario. Dobbiamo guardare dentro noi stessi e trovare le emozioni e le sensazioni giuste. Timore di nessuno, ma cercare dentro noi stessi le soluzioni”.