CONDIVIDI

ofantiadiÈ stato un week end all’insegna dello sport, dell’unione e del divertimento quello appena trascorso che ha visto le Ofantiadi e gli organizzatori della manifestazione al centro delle maggiori piazze lucane. Dopo aver attraversato i paesi dell’Irpinia, nella giornata di venerdì, sabato e domenica sono state due giornate interamente dedicate alla scoperta dei numerosi e suggestivi borghi lucani.

Il passaggio della torcia olimpica ha rappresentato un po’ in tutti i comuni un momento di aggregazione e divertimento che ha visto i giovani protagonisti di un evento, le Ofantiadi, che mira proprio a questo, a far si che le nuove generazioni possano apprezzare e sentirsi parte di un tutto che il loro paese.

Il tour olimpico è partito sabato mattina dalla piazza di Pescopagano e ha fatto la sua prima sosta nel comune di Rapone, proseguendo poi per Ruvo Del Monte, San Fele, Atella, Rionero, Barile e Rapolla. Ad accogliere lo staff delle Ofantiadi, nella maggior parte dei paesi aderenti, l’amministrazione comunale e i tanti atleti che parteciperanno ai giochi. Degno di nota il coinvolgimento e l’impegno dei ragazzi che, grazie alle strutture sportive presenti nelle diverse comunità, sono impegnati in duri allenamenti e nella selezione di validi atleti per concorrere alla vincita delle ambite medaglie d’oro.

La giornata di sabato si è conclusa nel comune di Melfi, dove dopo la visita al pregevole Museo Diocesano, accompagnati da un cicerone d’eccezione, Don Ciro Guerra, l’attenzione dei numerosi presenti, si è spostata sulla fiaccola.

A fare gli onori di casa l’assessore allo Sport, Rosa Masi e il Vice Sindaco, Di Ciommo che nel portare i saluti della locale amministrazione hanno ricordato lo spirito di una manifestazione che tra Basilicata, Campania e Puglia, vedrà sfidarsi un migliaio di atleti in numerose discipline. Una partecipazione più che raddoppiata rispetto alle prime edizioni a dimostrazione della bontà e della crescente popolarità della grande manifestazione sportiva.

“Siamo lieti e orgogliosi di ospitare questa iniziativa – ha commentato il vice sindaco Di Ciommo – che ci permette di rafforzare lo spirito di fratellanza e di solidarietà tra i numerosi comuni partecipanti”. “Ma – ha aggiunto – le nostre associazioni sportive per quanto ispirate a uno spirito di accoglienza e ospitalità sono agguerrite e pronte a partecipare da protagoniste alle diverse gare con il chiaro intento di portare a casa più medaglie possibili”.

Entusiasmo e coinvolgimento, sono stati dimostrati dall’assessore allo sport Rosa Masi che ha ringraziato in primis l’amico e collega di Pescopagano, l’assessore Francesco Gonnella, e poi tutto lo staff delle Ofantiadi per aver organizzato il Torch Run in maniera tale che la Fiaccola olimpica potesse sostare anche nella città di Melfi.

Una nota di merito è stata espressa dall’assessore Masi per le sezioni regionali dell’Avis, presenti in maniera capillare su tutto il territorio, per il tenente A. D’Adamo della Polizia Municipale di Melfi e le collaboratrici Lucia e Lidia, per la dott.ssa T. Lasala per l’aiuto nell’organizzazione e per i presidenti delle associazioni che, unitamente a una rappresentanza della Polizia Municipale, hanno seguito la fiaccola lungo il percorso a lei dedicato.

Dopo la consegna ufficiale della fiaccola da parte dell’assessore Gonnella all’assessore Masi, sono partiti i tedofori che con entusiasmo e orgoglio hanno attraversato scorci caratteristici della città fino a raggiungere Piazza A. Mancini dove sono stati accolti da applausi e falsh. La giornata si è conclusa sabato sera con il rientro della fiaccola e dello staff organizzativo a Pescopagano. Domenica mattina tutti pronti per l’ultimo giorno di questo avvincente ed entusiasmante tour olimpico che ha segnato positivamente l’inizio delle Ofantiadi che prenderanno il via ufficiale tra meno di una settimana. Castelgrande, Bella, Muro Lucano, Baragiano, Balvano, Vietri, Savoia di Lucania, Sant’Angelo Le Fratte, Satriano, Brienza, Sasso Di Castalda, Tito e Picerno sono state le tappe della giornata di domenica e ora non resta altro che aspettare chi tra tutti i comuni aderenti sarà il vincitore di questa seconda e scoppiettante edizione delle Ofantiadi.

In attesa della cerimonia d’apertura in programma a Pescopagano il prossimo 4 agosto, l’assessore Francesco Gonnella augura “ai ragazzi e non, visto che partecipano atleti di generi e generazioni diverse, di vivere questa esperienza come un momento di scambio , di vincere il più possibile, ma soprattutto di divertirsi.” E sui propositi per il terzo anno di giochi olimpici, dichiara che “la speranza è che altri comuni facciano a gara per ospitare la prossima edizione, significherà che il bambino è cresciuto e vuole camminare da solo.”

Giulia Graziano