CONDIVIDI

Ginestra  – Con l’entrata in vigore, ad inizio anno, degli abbonamenti Cotrab per i viaggiatori, studenti, operai, qualcosa non quadra. Dopo due mesi, c’è disorientamento. Ne sa qualcosa Nicola G. dipendente Sata di San Nicola di Melfi: “ Io di Ginestra vado a Ripacandida a fare l’abbonamento ( nel mio paese l’unica rivendita autorizzata non fa questi abbonamenti) e mi viene messo il codice 417 ( Lucania Metalli) che sarebbe il capolinea, al costo di € 47,5 mensile. A quelli di Ripacandida , sempre nella stessa tabaccheria gli viene messo il codice 349 ( Z.I. San Nicola di Melfi) al costo sempre di 47,5. Due codici differenti anche se è’ lo stesso pullman. Alle nostre domande sul perchè non metteva lo stesso codice, la signorina ha risposto dicendo: “ Moretti gli ha imposto di mettere quei codici”.

cotrabNoi di Ginestra siamo andati poi a fare gli abbonamenti a Barile, dove ci veniva caricato il codice di 349 al costo di 43,3 . Da questo mese e’ stato imposto anche a Barile di mettere il codice differente e in più’ e’ stato esposta la tabella con i codici. Tabella non intestata a nessuno ( probabilmente Moretti). A Venosa ci sono due punti vendita, uno mette un codice 417 (un’edicola) e Venusia Travel mette 319. Quindi si capisce che c’è qualcosa di strano. Ho mandato una mail a Cotrab per chiedere dei chiarimenti, ma non mi hanno risposto. Questo problema dei codici differenti c’è lo hanno anche in altri centri, Atella e Rionero.

A Melfi hanno lo stesso problema nostro e precisamente se salgono a Rapolla mettono il codice per FCA 349, invece se salgono a Melfi il codice è 417 per il capolinea, e il pullman è’ sempre lo stesso. Alcuni giorni fa ho fatto a Venosa un abbonamento ad un collega di Melfi e solo perché’ ha messo il codice 349, ha risparmiato circa 8 euro in un mese. Per capire questi cambiamenti di codici e differenze di tariffe a chi dobbiamo rivolgerci?”.