CONDIVIDI

Nasce a Potenza “Fuoridaqui”, la prima officina di integrazione sociale e culturale  Il 26 e 27 maggio a Palazzo Loffredo eventi, convegni e spettacoli nell’ambito del “Maggio potentino” Giovedì 26 maggio, alle ore 10.30, nella Cappella dei Celestini di Palazzo Loffredo a Potenza, si terrà la cerimonia inaugurale della prima edizione di “Fuoridaqui”, salone dedicato interamente all’integrazione sociale e culturale e alla diffusione della legalità. La manifestazione, promossa e organizzata dall’Associazione “Basilicata Culture” e dalla Cooperativa “C.a.r.t.e.”, porterà il 26 e 27 maggio nel centro storico, negli spazi della Galleria Civica e della Cappella dei Celestini di Palazzo Loffredo, un ricco calendario di appuntamenti: mostre fotografiche, spettacoli musicali e degustazioni, convegni, presentazioni di libri e proiezioni di pellicole a tema.

FuoridaquiSaranno inoltre presenti spazi espositivi con prodotti di artigianato e agroalimentari delle comunità di migranti e delle fondazioni, associazioni e imprese che hanno avviato percorsi di integrazione socio-lavorativa, delle cooperative che lavorano sui terreni confiscati alle mafie e dei laboratori di creatività nelle carceri italiane. “Fuoridaqui”si propone di offrire una vetrina e un luogo di confronto sui progetti realizzati sul territorio regionale e nazionale in tema di legalità, recupero dei patrimoni confiscati, inclusione sociale, contrasto alla corruzione e criminalità.  Decine e decine di operatori delle istituzioni, cooperative, associazioni, volontari e imprese sono quotidianamente al lavoro per creare un ponte fra carcere, centri di prima accoglienza e società attraverso l’organizzazione di iniziative creative e produttive come imprese agricole, laboratori e imprese artigianali, attività teatrali e artistiche. Sono percorsi che erodono pregiudizi e luoghi comuni.
Un mondo di iniziative che non ha ancora trovato una piattaforma comune e che Fuoridaqui – Officina vuole contribuire a realizzare partendo dalla Basilicata e offrendo ai visitatori del salone un viaggio tra i luoghi, le voci, le immagini, i profumi e i sapori di realtà vicine e lontane che ormai non è più possibile ignorare.

Fuoridaqui – Officina di integrazione sociale e culturale è realizzato con il patrocinio e la collaborazione di: Ministero della Giustizia, Regione Basilicata, Comune di Potenza, Università degli Studi della Basilicata, Apof-Il e Alleanza delle cooperative italiane – Basilicata.

Partecipano all’evento: IRES Basilicata, Fondazione Città della Pace, Foqus Fondazione Quartieri Spagnoli, Il Germoglio onlus, le cooperative Bioflores e Iskra, le associazioni Libera, Made in Scampia, Promoeso, Artegusto, Le rose di Acatama, Multiculturale Allegria, Onsur, Optí Pobá, RiCrea, Equomondo e Sinergie lucane.