CONDIVIDI

Il 22-06-2015 a Ripacandida ore 16,00 presentazione e visita in anteprima del Museo dell’Emigrazione. Subito dopo la cerimonia di consegna dei premi ai cinque lucani insigni. Sono Massimo Osanna, Cristina Ferrone, Amerigo Restucci, Canio Kenneth Cancellara e Victor Salvi.

museo emigrazioneIl castello di Lagopesole, dimora di Federico II di Svevia, farà da palcoscenico alle due manifestazioni promosse dal Consiglio regionale della Basilicata in sinergia con la Commissione regionale dei Lucani nel Mondo e con il Centro Lucani nel Mondo “Nino Calice”. Alle ore 16,00 prevista la presentazione e la visita in anteprima del Museo dell’Emigrazione. Storie, racconti, personaggi accompagneranno i visitatori nel lungo viaggio fatto per raggiungere la meta dei sogni dei nostri migranti. Dopo l’introduzione, a cura del coordinatore del Centro Lucani nel Mondo e del Museo dell’Emigrazione Lucana Luigi Scaglione, previsti gli interventi del sindaco di Avigliano Vito Summa, del presidente della Crlm Nicola Benedetto, di Rocco Curcio (presidente emerito dei lucani nel mondo), di Pierangelo Campodonico (direttore del Museo del mare e delle migrazioni di Genova), di Pietro Simonetti e Antonio Di Sanza  (già presidenti Crle) e del presidente del Consiglio regionale Piero Lacorazza. Concluderà i lavori il presidente della Regione Basilicata Marcello Pittella. Saranno presenti i giovani rappresentanti delle Associazioni dei lucani nel londo, i componenti dell’Esecutivo della Crlm ed i familiari di Nino Calice, alla cui memoria è intitolato il Centro dei lucani nel mondo.

Subito dopo, alle ore 18,00, si svolgerà la cerimonia di premiazione dei lucani insigni 2015. Si tratta di cinque personalità che si sono distinte per meriti raggiunti in campo sociale, scientifico, artistico e letterario, oltre che nella diffusione e nella conoscenza dell’identità lucana. I vincitori sono il soprintendente speciale di Pompei, Ercolano e Stabia, Massimo Osanna, la biologa Cristina Ferrone, l’architetto Amerigo Restucci, l’avvocato Canio Kenneth Cancellara e l’imprenditore Victor Salvi, recentemente scomparso.  Alla regista televisiva Matilde D’Errico, all’antropologo Angelo Lucano Larotonda e alla memoria di Vincenzo Leggieri, sindaco di Venosa e senatore, sarà conferita un’onorificenza. Sarà presente alla manifestazione l’ambasciatore del Paraguay, Martin Llano-Heyn Materi. La manifestazione si concluderà con il recital di e con Dino Becagli “Zibaldone Lucano”, una carrellata di poesie e fragili storie cucite a mano. (ACR)