CONDIVIDI
montemilone nuova scuola attualmente occupata da associazioni di volontariato
montemilone nuova scuola attualmente occupata da associazioni di volontariato

Montemilone – Nel piccolo centro dell’interland venosino, dopo la chiusura della scuola primaria “G.Fortunato” decisa con un’ordinanza del Sindaco, il giorno prima dell’inizio ufficiale delle lezioni, per mancanza di sicurezza, lo scorso 15 settembre nella sala consiliare del Comune di Montemilone si è tenuto un incontro pubblico nell’incontro pubblico tra l’amministrazione comunale ed i cittadini per trovare una soluzione per gli alunni che frequentano la scuola dell’Infanzia, la scuola elementare e la scuola media.

Sono intervenuti il sindaco Gennaro Mennuti, il tecnico comunale Luigi Falcone, il dirigente scolastico Rocco Telesca, l’ingegnere Mario De Feudis ed il fiduciario Raffaele Amalfi.E’ stato deciso l’intenzione di portare la scuola dell’Infanzia e quella delle Elementari nel fabbricato ex asilo, ove attualmente risiedono varie associazioni, mentre le medie nella vicina mensa scolastica,vicino alla scuola “Ten.Michele Acciani”,fino a qualche mese fa, funzionante come scuola, in sostituzione della scuola “G.Fortunato”,interessata da lavori di ristrutturazione.

montemilone attuale mensa scolastica che occupera la scuola media
montemilone attuale mensa scolastica che occupera la scuola media

Il Sindaco sembra che abbia assicurato che i lavori della struttura “Ten.Michele Acciani” ha bisogno di lavori di lavori rafforzamento dei solai e prevedono una tempistica di sei-sette mesi, dopodiché può funzionare da scuola. A nome del team dei Montemilonesi nel Mondo, Peppe Cavuoto, ritiene questa decisione giusta: “visto i tempi stretti, per il bene dei nostri figli, credo sia giusto mettere da parte le polemiche e colori politici, chiunque ha voglia di collaborare per eventuali lavori volontari è pregato di farcelo sapere”.

Antonio Ferrente, a nome di un’associazione locale civica, nel suo intervento ha detto: “ La volontà di portare i ragazzi in uno stabile costruito dopo il terremoto dell’ottanta che doveva essere un asilo nido mai utilizzato è secondo gli amministratori idoneo perché risponde alle norme antisismiche, è comunque privo di impianto di riscaldamento. Il sottoscritto sinceramente crede che la data fissata, il 27 settembre, per l’apertura delle scuole non sarà certamente quella che il Sindaco e tecnici sostengono, visto che i locali sono occupati da associazioni, Avis, Croce Rossa, ed altre.

Sono sicuro che come Amatrice, anche se non vi è stato un terremoto, anche Montemilone dovrà pensare a un campo attrezzato nelle vicine campagne per non far perdere un anno di scuola ai ragazzi/e del nostro paese”.