CONDIVIDI

Monte vulture chalet gestito dall'associazione escursionisti parco del vulture

Melfi, 2013-12-10 – Escursione sul Monte Vulture organizzata dalla sezione del Club Alpino Italiano sezione di Potenza e Melfi, per festeggiare i 150 anni della nascita del C.A.I., sul SENTIERO ‘’STORICO ‘’ percorso a suo tempo (12-luglio-1878) da Giustino Fortunato che fu anche il fondatore nel 1878 della sezione lucana del C.A.I. , scioltasi poi a fine ottocento e ricostituita a Potenza nel 1990 e che ha visto, 150 dopo, anche la costituzione della sezione di Melfi (luglio 2013). Una splendida giornata di sole ha fatto da cornice, ieri, alla passeggiata sul Monte Vulture organizzata dal C.A.I. di Potenza e Melfi e che ha visto la partecipazione di oltre 130 escursionisti. Il percorso sulle orme di Giustino Fortunato, esperto escursionista oltre che grande meridionalista, rientra nei festeggiamenti per il 150 anniversario del Club Alpino Italiano, a ricordarci come la nostra Associazione da centocinquant’anni esplora, studia, valorizza e tutela il territorio. Siamo partiti da quota 1160 mt. entrando subito in un bosco di faggi e castagni che, in questa stagione, ci ha regalato meravigliose sfumature di colore dal marrone al giallo passando attraverso tutte le sfumature del rosso.

Dopo una breve sosta alla “Fontana dei Faggi” siamo giunti attraversando le “rocce del passo dei Briganti” al Belvedere. La vista dei laghi di Monticchio era mozzafiato! Le caratteristiche e particolarità dei laghi e del nostro vulcano ci sono state egregiamente spiegate dall’amico Gianfranco Botte che ci ha accompagnato nella passeggiata.

Il percorso si è concluso al Rifugio Monte Vulture dove abbiamo goduto oltre che del piacere della camminata, dello spettacolo unico per gli occhi, dell’aria fredda ma pura, anche del piacere della compagnia e del buon cibo intorno al caminetto acceso con canti e balli a rinsaldare il senso di appartenenza alla terra Lucana. “La nostra sottoSezione CAI di Melfi-riferisce il presidente Michelamgelo Moscaritolo- invita tutti a vivere esperienze come questa per conoscere e amare la nostra terra ed è pronta ad accogliervi, come amici o come soci, ogni qualvolta sentirete l’esigenza d’immergervi nella natura”.

Lorenzo Zolfo