CONDIVIDI

appalti-miglionicoE’ quanto emerge da alcuni accessi agli atti riguardanti le gare d’appalto svoltesi negli ultimi due anni attraverso procedura negoziata c.d. ristretta che è un tipo di procedura che prevede la selezione da parte dell’Ente delle ditte da invitare alla gara.

A tal proposito è capitato spesso di rilevare che su sette/otto ditte invitate a partecipare, una o due al massimo hanno aderito all’offerta e partecipato alla procedura di gara. In alcuni casi le gare sono andate addirittura deserte con poi proroga del servizio alla ditte fino ad allora beneficiare del contratto.

Pura casualità ? Ditte non interessate al bando? Oppure è stata sbagliata la selezione delle ditte da invitare?

Al di là delle risposte e giustificazioni, resta il fatto che in questo modo, con una bassissima partecipazione alle gare, si rischia di non garantire pienamente il principio di concorrenza e imparzialità nella scelta degli appaltatori di lavori o servizi pubblici e quindi di non garantire il miglior rapporto qualità /prezzo che offre il mercato.

Basterebbe invece procedere con un procedura negoziata di tipo aperto o “esplorativo” al fine di raccogliere preventivamente le adesioni delle ditte veramente interessate e sicuramente si garantirebbe una maggiore partecipazione e un conseguente risparmio per l’Ente e l’intera Comunità.

Pertanto al fine di scongiurare gli inconvenienti sopradescritti e mettere a tacere ogni legittimo sospetto si auspica che in futuro l’Ente adotti procedure di gara di tipo aperto nel segno di una vera politica di cambiamento e partecipazione.

Gruppo Consiliare M5S Miglionico