CONDIVIDI

Melfi, 2013-07-17 – È stato davvero un successo il “Summer Tennis Tavolo” del Centro Sportivo Italiano di Melfi e del Circolo Tennis melfitano. Domenica scorsa, presso il Circolo Tennis di Melfi, una trentina di atleti si sono sfidati per un’intera giornata a suon di battute, rovesci e schiacciate, ma per una volta sui campi dell’importante struttura sportiva federiciana, non si sono viste sfrecciare palline di colore giallo a velocità da ritiro patente: il protagonista della giornata è stato il Tennis Tavolo, noto anche come Ping Pong. Da tempo il Comitato CSI di Melfi, presieduto da Aldo Cilenti, si stava adoperando in questa direzione, e domenica scorsa, grazie alla condivisione di intenti con il presidente del Circolo Tennis, Marcello Castaldi, si è dato vita ad un evento sportivo di tutto rispetto, a dimostrazione che anche le discipline che erroneamente vengono definite “minori” hanno comunque un seguito degno di nota.

Sul campo coperto, location ideale per lo svolgimento delle gare, su quattro tavoli si sono avvicendati, come detto, una trentina di atleti, di diverse fasce d’età, di fronte anche ad un nutrito pubblico, specie nelle ore serali. In mattinata e nel primo pomeriggio si sono svolte le fasi eliminatorie a gironi, seguite immediatamente dalla fase ad eliminazione diretta, partita dagli ottavi. Dalle semifinali in poi lo spettacolo si è fatto davvero avvincente, anche grazie ad un incremento degli spettatori, che hanno seguito con attenzione le sfide tra i giovanissimi Agostino Barbetta e Cosimo Gliaschera e quella tra i più esperti Giuseppe Albano e Sergio Mussini, quest’ultima davvero degna di nota grazie alla generosità dei due atleti, che avrebbero meritato entrambi la finale.

In finale ci sono arrivati Agostino Barbetta e Sergio Mussini, classe 1997 il primo e 1980 il secondo; ad alzare la coppa del vincitore è stata la freschezza di Barbetta, che comunque ha sudato le proverbiali sette camice prima di avere la meglio su Mussini, tant’è che il primo set si è concluso con il punteggio di 21 a 19, più netto il vantaggio nel secondo. Nota positiva di questa finale la presenza di un atleta giovanissimo, dotato di una fase difensiva davvero interessante, su cui bisognerà sicuramente puntare, mentre per quanto riguarda Mussini, possiamo dire che ha dimostrato di saperci ancora fare con le racchette di legno, malgrado almeno un decennio di assenza dai tavoli. La finale per il bronzo ha premiato, invece, l’esperienza di Albano su Gliaschera che si è dovuto accontentare del quarto posto, condizione questa che sicuramente farà impegnare maggiormente il giovane melfitano per le prossime uscite.

A fine serata, oltre a questi premi “ufficiali”, il CSI, come da tradizione ormai consolidata, ha voluto “premiare” anche l’atleta più giovane della manifestazione, Daniele Irenze, e quello “Ever Green”, Raffaele Nigro, il prossimo agosto fresco sessantenne; un momento questo particolarmente importante per il CSI, che come ente di promozione sportiva del CONI, ha nel suo DNA la diffusione dello sport a tuttotondo, ma soprattutto ha quello di essere un promotore sociale, un promotore di uno sport senza alcun limite, di uno sport sano e davvero aperto a tutti.

Il “Summer Tennis Tavolo”, alla luce del risultato offerto, di sicuro non sarà un impegno isolato; CSI e Circolo Tennis in merito stanno pensando di gettare le basi per una collaborazione, come del resto anche lo stesso Mussini, rinvigorito dalla bella prestazione, ha pensato, assieme ai suoi amici ed al CSI, di dare vita ad un team di Tennis Tavolo.“Alla luce di quanto visto, possiamo parlare di un grande risultato portato a casa dal CSI di Melfi, visto che il seme è stato piantato, pertanto non rimane che aspettare che porti i frutti sperati” ha riferito Lorenzo Morano del CSI di Melfi.

Lorenzo Zolfo