CONDIVIDI

Melfi (PZ) – Comincia male l’avventura di Aimo Diana sulla panchina del Melfi. Su un campo reso pesante dalla pioggia incessante, il Melfi viene travolto dalla Paganese con un sonoro 4-0. Già al 4’ la compagine campana si porta in vantaggio, sul primo angolo della partita Tascone lasciato libero all’interno dell’area piccola ,insacca di testa .

Melfi
Melfi

All’11’ raddoppio della Paganese, Cicerelli fugge sulla sinistra e crossa in area dove Marco Firenze ,colpisce di testa e con la colpevole complicità del portiere Gragnaniello e trafigge per la seconda volta la porta federiciana.
Il Melfi, prova a reagire e va vicino due volte ad accorciare le distanze, prima De Angelis al 17’spreca solo davanti al portiere calciando fuori, al 22’ una punizione dal limite battuta dal volenteroso Gammone, sfiora il palo dando l’illusione ottica del gol.

Al 25’ il Melfi capitola per la terza volta , l’arbitro assegna un rigore a dir poco generoso per un fallo di Gragnaniello in uscita su Bollino.
Ammonito De Giosa per proteste.

Ciceriello si fa parare il rigore, ma interviene lestamente Firenze , che realizza la sua doppietta e porta la Paganese sul 3-0.
Prova una nuova reazione il Melfi , ma una punizione di Battaglia si stampa sul palo.

Al 33’ la squadra lucana perde per infortunio Mangiacase , che è costretto a lasciare il campo in barella , al suo posto entra Bruno.
Al 35’ Obeng , colpisce di testa a pochi passi, ma la sua conclusione finisce alta.

Al 41’ mischia in area della Paganese , dopo vari batti e ribatti , la difesa in affanno si salva.

Ultimo sussulto del primo tempo al 45’ colpo di testa di Gammone , ma una grande parata di Liverani, nega il meritato gol al talento locale.

Finisce un primo tempo, dove il Melfi paga i grossolani errori della difesa e l’errore arbitrale in occasione della concessione del calcio di rigore.
Ad inizio secondo tempo mister Diana sostituisce il portiere Gragnaniello con Viola, ragazzo del 1996.

Paganese
Paganese

Nei primi quindici minuti del secondo tempo la squadra locale prova un forcing , che produce diverse occasioni da rete, ma purtroppo un po’ per imprecisione . un po’ per sfortuna , il risultato resta fermo sul 3-0.
Al 57’ il Melfi passa dal 3-5-2 ad un coraggioso 3-4-1-2, con Gammone rifinitore alle spalle delle due punte De Angelis e Foggia, quest’ultimo subentrato al posto di uno spento Grea.

Il cambio di modulo non dà i risultati sperati, ma anzi al 60’ a causa di uno sciagurato retro passaggio di De Giosa , Bollino si trova solo davanti alla porta e trafigge l’incolpevole Viola

La partita si trascina stancamente negli ultimi 30 minuti, dove un volenteroso Melfi prova a segnare senza riuscirci il gol della bandiera.
Finisce tra i fischi e la contestazione del pubblico presente.
Una Paganese ordinata, riesce a fare risultato , sfruttando gli errori della squadra di casa, si porta a 33 punti e lascia la zona calda della classifica.
Per il Melfi undicesima sconfitta consecutiva e ultimo posto in classifica a 17 punti.

Per il neo allenatore Diana ci sarà molto da lavorare soprattutto sull’aspetto psicologico, su una squadra sembrata volenterosa, ma bloccata in attacco e con amnesie difensive veramente preoccupanti.