CONDIVIDI

Melfi, 2012-12-12 – Da lunedì 10 dicembre si è aperta la settimana con l’occupazione di due scuole ITIS” Righetti” /IPSIA “Righetti” da parte di quasi tutti gli studenti maschi e femmine delle due scuole. I giovani protestano contro i tagli imposti dal governo e la privatizzazione degli enti pubblici “come la sanità, la scuola e altri servizi”, altri vorrebbero anticipare le vacanze prenatalizie. Autogestioni, assemblee e altre forme di mobilitazione sono in corso in questi due istituti. In tempo di crisi e problematiche sociali e politiche di varia natura, le scuole sono in pieno movimento. Un movimento che spesso apre la porta all’occupazione del plesso scolastico, in altri casi alla semplice autogestione o cogestione.

l.z.
la foto ritrae il manifesto affisso all’ingresso delle due scuole.