CONDIVIDI

Melfi – Lo scorso 6 maggio, musica rock, nello spazio antistante il castello Federiciano. A cura dell’amministrazione comunale, è stato organizzato un evento musicale, unico in regione, “Rock in Melfi”, con l’esibizione dei “Pink Sonic”, proveniente da Vicenza. Oltre due ore di musica, per gente venuta anche da lontano. I Pink Sonic sono una delle più quotate tribute band europee, hanno presentano uno spettacolo curato nei minimi particolari (scenografie straordinarie, giochi di luce magistrali e immancabili colpi di scena). Alla musica hanno congiunto le proiezioni dei filmati originali dei Pink Floyd ed effetti multimediali e Video Mapping per un live trascinante (vedi foto). Lo show, arricchito dalla presenza di tre coriste e di una sassofonista, è stato imperniato su una carrellata dei maggiori successi dei Pink Floyd, sui brani più noti e nella sua riproduzione integrale in un crescendo di emozioni. Oltre due ore di grandi trepidazioni e musicasono molto di più che una semplice tribute band, sono una celebrazione della musica dei Pink Floyd.

Proponendo brani che vanno dal “Piper at the Gates of Dawn” fino al “The Division Bell”, i Pink Sonic hanno presentano uno spettacolo fresco ed emozionante con un puro approccio rock alla musica dei Pink Floyd. “L’obiettivo dei Pink Sonic- ha riferito Francesco, chitarrista del gruppo- è di creare degli spettacoli che riescano ad evocare l’energia e le emozioni che trasmettevano i Pink Floyd. Tra i presenti, Gerardo Zandolino da Rionero in Vulture: “eri sera Melfi ci ha regalato una magnifica serata con un tuffo nel nostro passato, la cover ufficiale italiana dei Pink Floyd. Ragazzi veramente bravi che hanno suonato in modo eccellente coadiuvate da un coro di tre ragazze veramente brave”. A fine concerto, il chitarrista Francesco ha ringraziato i presenti, gli organizzatori ed ha avuto parole di elogio per la città, che ha visitato insieme agli altri componenti del gruppo rock.