CONDIVIDI

Melfi – Torna a sorridere il Melfi. Per mandare al tappeto l’Ischia bastano i primi 23 minuti sufficienti ai gialloverdi per sbloccare il parziale con Giacomarro, raddoppiare con Canotto e spegnere le velleità isolane con il definitivo 3 a 0 firmato da Masini. In una giornata in cui tutto è tornato a girare per il verso giusto, difficile indicare un migliore nel 4-3-3 disegnato da mister Ugolotti. Prestazione convincente dell’intero collettivo tornato a farsi apprezzare come squadra tatticamente organizzata, concreta e ben messa in campo.

Melfi Calcio
Melfi Calcio

La gara i lucani la vincono soprattutto a centrocampo dove Zane, Giacomarro e Maimone hanno agito da filtro servendo numerosi palloni ai tre attaccanti; sul fronte opposto clamorose le amnesie difensive degli isolani che hanno letteralmente spinato la strada all’exploit dei lucani. Spavaldo e spregiudicato il Melfi, timoroso e poco intraprendente l’Ischia sorpreso dalla partenza dilagante di Masini e compagni. La cronaca dei 90’ è quasi un monologo a tinte gialloverdi intervallato da qualche parentesi campana dettata più dalla disperazione che dalla convinzione.

Al 5’pt lo specialista dei calci piazzati Giron tenta di sorprendere Iuliano, ma il portiere blocca in due tempi. Il gol che spiana la strada al successo dei gialloverdi arriva al 19’pt ed è di pregevole fattura, non solo per il gesto tecnico di Giacomarro – i suoi non sono mai gol banali – ma anche per come viene orchestrata l’azione: Maimone recupera palla, trova Canotto che serve un assist invitante per il centrocampista palermitano che, indisturbato, ha tutto il tempo di coordinarsi e lasciar partire un destro che fulmina Iuliano.

Al 17’pt cambia ancora il parziale: pasticcio isolano con Iuliano e Sirigu che si scontrano, Herrera pesca Canotto che, favorito da un rimpallo, a porta sguarnita appoggia facilmente in rete. A blindare il risultato ci pensa Masini al minuto 23: Filosa perde ingenuamente palla a metà campo, si inserisce l’attaccante pisano che batte Iuliano senza possibilità di appello. E’ il 3 a 0 che di fatto tramortisce gli avversari in balia di un Melfi che gestisce il triplice vantaggio senza alcuna difficoltà.

Nella ripresa l’Ischia accenna una timida reazione: l’ultimo ad arrendersi è Kanutè che al 7’st si rende protagonista di una bella azione personale con la palla che si spegne sul fondo. Al 13’st ancora Melfi con Masini che, da buona posizione, calcia alto. Al 25’st Ischia vicino al gol con un colpo di testa di Armeno con la palla che sfiora il palo. I pericoli dalle parti di Santurro finiscono qui.

Non è ancora finita la partita di Iuliano al quale non sono concesse distrazioni. Al 26’st Herrera, già ammonito, rimedia il secondo giallo: salterà lo scontro salvezza contro il Monopoli. Nel finale doppia chance per Ingretolli, subentrato a Masini: in entrambe il giovane attaccante gialloverde riesce clamorosamente a sbagliare. Poco male per il risultato, uscirà rammaricato. Ora la salvezza non è più così lontana.