CONDIVIDI
Melfi-Lezione di carta riciclata
Melfi-Lezione di carta riciclata

Melfi (PZ), 2014-09-18 – Originale iniziativa della scuola primaria “Nitti” di Melfi, l’accoglienza degli alunni delle quinte classi è stata fatta con lezioni su come si ricicla la carta. A tenere queste lezioni,Anna Lucia D’Aloia, una pugliese trapiantata da anni a Rapolla, che ha l’hobby del riciclaggio,soprattutto quella della carta. Una lezione originale che ha conquistato questi ragazzi di 10 anni. Entusiasta Lucia D’Aloia: “Sono orgogliosa che con la carta riciclata sono stata invitata ad entrare a scuola. I bambini sono stati entusiasti, mi hanno commosso quando hanno rifiutato di fare ricreazione per poter continuare ha piegare la carta. Mi auguro che questa esperienza si possa fare in altre scuole per dimostrare che quell’uso eccessivo di consumo della carta in modo distorto, può essere benissimo riciclata. La cosa che mi emozionato tantissimo e’ stata la concentrazione che ha messo un bambino down nel piegare la carta…Mi sono sentita orgogliosa di quello che stavo insegnando. Tutti orgogliosi dei loro portachiavi e dei bracciali creati con le loro mani. E’ la prima volta che vedo in vita mia bambini che allo squillo della campanella per la ricreazione rifiutano di uscire per continuare il lavoro con la carta riciclata.

Anna Lucia ha spiegato i motivi di questa sua passione: “questa passione è nata una settimana prima della Confessione di mio figlio perche’ volevo una borsa particolare ed unica. Ho cominciato con le riviste del gossip perche’ la mia vicina ne fa’ un uso. Infatti dopo la mia borsa quella della mia vicina fu la seconda per ringraziarla della materia prima che mi forniva.Siccome mi piacque il risultato, chiesi ad un circolo ricreativo di darmi i quotidiani che loro usavano.All’ inizio mi presero in giro perche’ non credevano che con la carta si poteva fare una borsa. Da quel giorno ho avuto alcune richieste ed ho incominciato un po’ per passione un po’ perche’ mi serviva un lavoro e la mia testardaggine e’ stata premiata”.