CONDIVIDI

Melfi-Vittoria salutare del Melfi, ai fini dei play-out di salvezza, giunta sul finire della partita ad opera di Vicente, bravo a sferrare un tiro su una punizione da circa 30 metri, che ha sorpreso il portiere del Catanzaro ( vedi foto).

Nel Catanzaro, in evidenza solo per un tempo, Giovinco, fratello del più conosciuto giocatore ex Juve e Parma. Gli ultras del Melfi, con uno striscione, hanno dedicato questa vittoria alla famiglia Pagliuca, che in settimana ha perso un figlio in età prematura. La cronaca. Parte bene il Catanzaro con Giovinco protagonista. Al 5’Lodesani ferma una conclusione ravvicinata di Icardi. Al 5’ Foggia fermato fallosamente al limite dell’area avversaria, si incarica del tiro De Angelis, palla di poco fuori.

All’8’ De Angelis salva davanti la propria porta, una conclusione su punizione di Giovinco. 11’ tiro ravvicinato di Marano, rimpallato da un avversario. Dopo un inizio folgorante, il gioco ristagna a centrocampo e dobbiamo aspettare il 30’ per vedere un’occasione da gol del Melfi, De Vena recupera palla dalla destra, mette al centro-area avversaria, De Angelis manca il guizzo vincente. Al 32’ punizione di De Vena, Laezza da buona posizione calcia oltre la traversa. Al 38’ bravo Bruno a fermare in un contropiede avversario Serao.

Le squadre prima della partita
Le squadre prima della partita

Nella ripresa al 50’ al tiro Van Ransbeeck, Gragnaniello mette in angolo. Al 61’ Gammone, da poco entrato in campo, si libera bene nella fascia destra, entrato in area a contatto con un avversario, cade a terra, tutti invocano il rigore, l’arbitro no! Al 66’ Esposito commette un fallo al limite della propria area di rigore, si incarica del tiro Carcione, che si infrange sulla lunga barriera melfitana. 70’ altra punizione per gli ospiti,al tiro Carcione, palla che lambisce il palo, Gragnaniello c’era. 80’ Gammone, sempre pericoloso nella metà campo avversaria, al limite dell’area di rigore viene fallosamente fermato, l’arbitro non interviene. 82’ forza il Melfi, che vuole i tre punti, Gammone per Foggia, il portiere mette in angolo.85’ punizione di Gammone finisce oltre la traversa.

Il gol vittoria su punizione di Vicente
Il gol vittoria su punizione di Vicente

E’ ancora Gammone a creare scompiglio, viene atterrato a circa 30 metri dalla porta, si incarica della punizione Vicente, che manda la palla nell’angolino basso alla sinistra del portiere.Tutti i giocatori si stringono attorno all’autore del gol, compresa la panchina. Ma il Catanzaro non ci sta e su calcio d’angolo, Sirri di testa da pochi passi dalla porta, fallisce il pareggio. Al fischio finale festa per i giocatori e tifosi del Melfi.

INTERVISTE DI FINE GARA.
Mister Diana è il primo ad arrivare in sala stampa: la soddisfazione per questa vittoria, seguita da quella di Catania, è enorme, dà la continuità a quanto costruito fino ad ora. Da due partite che non prendiamo gol, questo vuol dire qualcosa a nostro favore, il valore dei giocatori c’è. Non potevamo giocare bene, ad un buon primo tempo, un secondo tempo con qualche incertezza, in compendo i diversi cambi effettuati ci hanno dato ragione.

Non riusciamo a sfruttare gli ultimi 16 metri, le occasioni da gol le abbiamo, ma manchiamo di concretezza e cinismo davanti la porta. Oggi con questa vittoria siamo lì, siamo vivi, anche se il nostro traguardo resta la salvezza. Il merito di questa vittoria e dei ragazzi e del tanto lavoro che si fa in settimana”.

L’autore del gol-vittoria, Vicente ha aggiunto: “ oggi abbiamo dato il tutto per tutto per vincere questa partita, il mio gol è opera del collettivo. Abbiamo imboccato la strada giusta, il mister ci ha messo qual qualcosa in più per continuare su questa strada”.

Mister Erra del Catanzaro ha detto: “avevamo in pugno la partita, il pareggio sarebbe stato il risultato giusto. Siamo partiti bene, nel corso della partita e nel finale è venuto fuori il Melfi. Con grande rammarico dobbiamo dimenticare questa sconfitta”.

MELFI 1
CATANZARO 0
MELFI: Gragnaniello,Bruno,Laezza,Lodesani,Foggia,Esposito,De Vena ( al 58’Gammone),De Angelis ( al 88’De Giosa),Romeo,Marano ( al 70’ Demontis),Vicente. A disp:Viola,Grea,Libutti,Battaglia,Pandolfi,Ferraro,Obeng,Gava. Allenatore: Diana.
CATANZARO:De Lucia,Icardi ( al 85’ Mancosu),Cunzi,Giovinco ( al 65’Carcione),Sarao ( al 62’Gomez),Prestia,Maita,Sirri,Esposito,Van Ransbeeck, Imperiale. A disp:Svedkauskas, Pasqualoni,Patti,Leone,Bensaja,Basrak,Cedric. Allenatore: Erra.
Arbitro: Pashuku di Albano Laziale. Assistenti: Fontemurato Roma 2; Yoshkawa Roma 1.
Marcatore: al 88’Vicente.
Note: spettatori oltre 600 di cui 100 giunti da Catanzaro.