CONDIVIDI

Si terrà domenica 12 Agosto prossimo, alle21.00 inPiazza Duomo, il Galà dello Sport 2012, evento promosso dal Centro Sportivo Italiano, Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal Coni, che si avvale del patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Melfi e ricadente nel tabellone degli eventi estivi melfitani. Il Comitato CSI di Melfi, presieduto da Aldo Cilenti, nelle vesti di padrone di casa ha individuato una serie di categorie riguardanti il mondo dello Sport, a cui sarà assegnato un piccolo riconoscimento, segno di gratitudine ed ammirazione da parte dell’Ente sportivo  e dell’Amministrazione, per i risultati raggiunti, per l’impegno, per la passione verso la “causa sportiva”, e per meriti sportivi che non guardano solo ai risultati conseguiti, ma anche e soprattutto alla condotta e l’impegno profuso dai premiati anche in ambito sociale, sempre in riferimento ai valori che contraddistinguono il Centro Sportivo Italiano. Nella serata, oltre alle “canoniche” categorie Atleta Maschile, Atleta Femminile, Atleta del Passato, Area Calcio, Nuoto, Volley, ecc, saranno consegnati premi ad atleti e gruppi sportivi che si sono distinti in ambito sociale, a tutela della natura, a promozione del territorio, ecc.  Non va dimenticato, inoltre, che l’evento vede due categorie di premiati che riguardano da vicino il mondo CSI, sarà pertanto consegnato un premio alla CARRIERA CSI ed un altro all’ATLETA CSI, ossia all’atleta che ha mosso i primi passi all’interno del comitato melfitano, per poi continuare l’attività sportiva, raccogliendo consensi e successi all’interno delle federazioni. Alla luce di quanto detto pare chiaro quanto quest’evento sia di sicura importanza, perché come tutte le premiazioni che si rispettino creerà un clima gioviale e di festa, ma soprattutto rappresenterà un momento di unione per la comunità melfitana, che potrà sicuramente stemperare un po’ il clima teso di questi ultimi periodi che tra crisi industriale e spanding rewiu vede la città federiciana non attraversare un momento particolarmente felice.

Lorenzo Zolfo