CONDIVIDI

Matera – “La borsa di Miss Flite” costituisce un formidabile esempio di come il procedimento giudiziario possa costituire “un rito magico, uno spettacolo, e soprattutto un gioco”. Cavallone accompagna il lettore in una passeggiata coltissima fra quadri rinascimentali, fiabe, opere liriche, Shakespeare e Durrenmat, Dickens e Kafka, Pinocchio e brani della Bibbia, ricalcando la reciproca pervasività del diritto nella vita letteraria e focalizzando sugli aspetti esistenziali e culturali del processo.

Il libro è uno studio che prende spunto da un corso universitario dell’autore, incentrato sui contributi effettivi del processo rintracciabili nei classici della letteratura e nelle arti figurative.

Il professore, ordinario di procedura civile nelle università di Milano e Parma, avvocato, nonché direttore di riviste di procedura civile per l’ordine degli avvocati, sarà intervistato dall’avvocato Emilio Nicola Buccico. Introdurrà la serata Stefania De Toma, Presidente del C.P.per il Club UNESCO di Matera.

LA BORSA DI MISS FLITENell’impegno dell’UNESCO per cui le arti, la conoscenza e la letteratura possono contribuire a costruire sedimenti di pace nel cuore degli uomini stimolando la riflessione, la reciproca comprensione e il dialogo con se stessi e con gli altri, la riscoperta dei classici della letteratura mondiale – oggetto dello studio del Professor Cavallone – costituisce una chiave per far comprendere le dinamiche della vita degli uomini e della società, tra le quali appunto il rapporto tra letteratura, vita e processo. Come ha scritto lo stesso Cavallone, “la letteratura con le sue storie infinite e con le sue immagini ha dato vita a questo gioco le cui regole sono in qualche modo quelle del processo”.

In accordo con tale funzione di divulgazione e approfondimento è lo staff della Libreria di Giulio, che, constatato il notevole valore della opportunità del colloquio diretto tra scrittori e lettori, da anni è impegnato nella individuazione di temi e di autori in grado di stimolare gli interessi in un percorso di crescita della comunità, stimolando un senso sempre nuovo di amore per la lettura come strumento di miglioramento di se stessi, proprio come sancito dallo stesso UNESCO.

Collaborano all’iniziativa anche l’Ordine degli Avvocati di Matera, già impegnato nella divulgazione della letteratura classica come strumento di arricchimento professionale, e il Liceo

Classico “E.Duni”, che ha riconosciuto nell’incontro un prezioso momento di orientamento degli studenti alla scelta degli indirizzi universitari da percorrere.

L’evento è organizzato dal C.P.Per il Club UNESCO di Matera in collaborazione con la Libreria Di Giulio, l’Ordine Degli Avvocati di Matera, Corte San Pietro, il Polo Museale della Basilicata, il Liceo Classico “E.Duni”, Adelphi Edizioni.