CONDIVIDI

Leader in Europa della pasta fresca, Giovanni Rana continua a radicare il proprio successo su innovazione, comunicazione e una vera e propria ossessione per la qualità che gli è valsa la fiducia di milioni di consumatori in tutto il mondo.

L’imprenditore veneto, che ne 1959 iniziò a fare e consegnare casa per casa i tortellini, sarà il protagonista del prossimo appuntamento della rassegna L’impresa dal vivo: uomini e pratiche di innovazione per il successo dell’impresa.  L’incontro con Giovanni Rana si terrà venerdì 3 giugno, con inizio alle 18,30, all’auditorium Casa Cava a Matera. Chiara Lupi, direttore di “Persone & Conoscenze” e direttore editoriale della casa editrice Este Editore, intervisterà l’imprenditore puntando l’attenzione su tradizione, innovazione e nuove sfide, consentendo di ascoltare dalla voce del protagonista la storia di Giovanni Rana.

Organizzata dall’associazione Manifattura delle idee, la rassegna si propone di ospitare esperienze di impresa, attraverso la testimonianza diretta dei suoi protagonisti per trasmettere: valori, raccontare vissuti, provocare il dibattito sul fare impresa e sulla cultura d’impresa, stimolando quanti vorranno intraprendere nel prossimo futuro un nuovo progetto d’azienda.

Giovanni Rana“Spesso la nascita di una nuova impresa parte da un’intuizione e dalla passione – sottolinea Biagio Cicchetti, presidente di Manifattura delle idee – diventa “progetto” e si trasforma in una sfida. L’imprenditore in prima persona spende non solo il suo nome ma la sua immagine, associandola gradualmente alla storia ed al successo della propria impresa che nel futuro è proiettata sempre verso nuovi traguardi”.
“E’ questa la storia di Giovanni Rana – prosegue Giovanni Volpe, vicepresidente di Manifattura delle idee – un nome che evoca non solo un successo legato ad una efficace campagna di marketing e comunicazione ma anche: voglia di fare, sacrificio, entusiasmo e capacità di intrapresa. La testimonianza di Giovanni Rana si consegna a quanti fra giovani startupper, neo imprenditori ed imprenditori navigati vogliano essere “contagiati” ed incoraggiati ad intraprendere, a fare sviluppo ad innovare. L’incontro – conclude Volpe – tra narrazione e dibattito vuole incrociare la testimonianza con le esperienze e le domande di quanti saranno presenti allo scopo di generare curiosità e voglia di fare”.
L’Associazione
Manifattura delle idee nasce tre anni fa – oggi conta novanta associati – per iniziativa di un gruppo di persone, espressione del tessuto economico, produttivo e sociale del territorio appulo/lucano (area murgiana a confine tra Basilicata e Puglia) per sostenere, stimolare e valorizzare la cultura d’impresa e l’imprenditorialità giovanile.
I soci fondatori e gli aderenti rappresentano le diverse categorie della società civile, professionisti, insegnanti, imprenditori, commercianti, artigiani, esponenti della comunità sociale e culturale, in grado di generare rete e capacità di collaborazione, cooperazione e confronto a tutti i livelli.
La Mission
– promuovere, stimolare e supportare le nuove idee imprenditoriali dei giovani, attraverso azioni di valorizzazione della business idea e di supporto allo start-up delle nuove imprese presenti nell’area appulo-lucana i cui territori rientrano nella Provincia di Matera, ivi compreso il Comune di Matera e i Comuni di Altamura, Gravina in Puglia e Santeramo in Colle.
– promuovere e stimolare, inoltre, l’azione imprenditoriale lucana e pugliese (area murgiana) attraverso attività che valorizzano la cultura delle imprese e la loro capacità di essere competitive, originali e propositive sul mercato interno ed internazionale, con una particolare attenzione dedicata alla valorizzazione del patrimonio lucano di risorse ed idee.

News e informazioni sul sito:
www.manifatturadelleidee.org