CONDIVIDI

Matera, crolla palazzina in centro: estratta viva una donna, si scava per salvare due persone. Paura nella città dei Sassi per il crollo di un edificio in vico Piave. Estratta viva una 35enne. Individuata una 31enne, che da sotto le macerie ha chiesto aiuto. Ancora disperso un 58enne. Si scava con le mani nel centro di Matera, dove poco dopo le 7 del mattino una palazzina di tre piani è crollata. Sul posto ci sono Vigili del Fuoco, Carabinieri e operatori del 118. Una donna di 36 anni è stata estratta viva dalle macerie, e sembrerebbe fuori pericolo ricoverata all’iospedale di Matera. Un’altra donna di 30 anni è stata individuata e ha parlato con i soccorritori. Manca ancora all’appello un uomo, un ingegnere di 55 anni, Soccorsi complessi e rischiosi.

Il crollo è avvenuto in vico Piave 22, a poche centinaia di metri in linea d’aria dalla cattedrale. Le macerie hanno riempito buona parte del tratto di strada davanti all’edificio, finendo anche su alcune auto. L’intera area è stata transennata e in via precauzionale sono stati sgomberati i due edifici attigui. I soccorritori operano con difficoltà e in condizioni di grande rischio, perché alcune parti dello stabile sono pericolanti.

Le operazioni di soccorso
Intorno alle dieci una 36enne è stata estratta viva dalla macerie: è cosciente ed è stata trasportata in ospedale. Un’altra donna, una 30enne, è stata individuata un paio d’ore più tardi. Si è fatta sentire dai soccorritori, che stanno cercando di raggiungerla. C’è ancora un disperso: si tratta di un uomo di 55 anni. Si continua a cercarlo, anche con l’ausilio dei cani. In corso lavori di ristrutturazione. Nella palazzina erano in corso lavori per la realizzazione al piano terra di una pizzeria. E’ questo uno dei primi elementi che emerge dagli accertamenti effettuati finora per accertare le cause che hanno provocato il crollo dello stabile. Si ipotizza infatti un cedimento struttuale in quanto nella zona non sono state udite delle esplosioni.

Sul posto è intervenuto anche il pm di turno della Procura di Matera, Annunziata Cazzetta. Alcuni abitanti della zona riferiscono che da alcuni giorni sulla facciata erano apparse delle crepe. Nell’ala crollata vivevano due famiglie. Secondo il sindaco di Matera, Salvatore Adduce, “non era un edificio fatiscente”. Sul posto è arrivato anche il pm della città lucana, Annunziata Cazzetta.