CONDIVIDI
Mater@mythos
Mater@mythos

Matera – In Comune il secondo incontro operativo con i rappresentanti delle scuole di Matera per l’evento emozionale di novembreQuesta mattina presso la sala Mandela del Comune di Matera Tomangelo Cappelli, Ufficio Sistemi Culturali e Turistici della Regione Basilicata, ha incontrato l’assessore alle Politiche sociali Marilena Antonicelli, i dirigenti scolastici e i rappresentanti delle scuole di ogni ordine e grado della Città dei Sassi, per definire una serie di laboratori emozionali finalizzati alla diffusione di stili di vita eticosostenibili, incentrati su innovazione, arte e creatività.
L’incontro operativo con gli istituti scolastici è stato realizzato in vista dell’evento emozionale Mater@ Mythos- l’Arte di Vivere una Vita che Vale, che si svolgerà a novembre nella Capitale Europea della Cultura 2019. Un evento che punta dritto al cuore della Vita, dedicato alla bellezza arcana e autentica del patrimonio rupestre di Matera, che coinvolgerà attivamente gli studenti della regione. Nel corso dell’iniziativa le scuole sono state coinvolte nella realizzazione di aforismi motivazionali, che verranno donati al Comune di Matera e alla Regione Basilicata da una delegazione di dieci studenti.

“Sarà un incontro simbolico tra scuole e amministrazioni – ha sottolineato l’assessore Antonicelli – che permetterà ai giovani di comunicare le proprie emozioni agli adulti”.
Un incontro che rappresenterà anche l’occasione per lanciare la missione internazionale di solidarietà che coinvolgerà la Basilicata, Matera Capitale Europea della Cultura 2019 e tutte le Capitali europee, per la diffusione di Valori universali tra i giovani. Saranno proprio i ragazzi a chiedere al sindaco e al presidente della Regione di formalizzare l’invito alle Capitali Europee della Cultura .
L’evento Mater@ Mythos si inserisce nel programma di azioni portate avanti in questi anni dai progetti promossi dalla Regione Basilicata “Vivi una Vita che Vale” e “Viaggio al Cuore della Vita”, che puntano alla riscoperta esperienziale ed emozionale dei valori profondi dell’esistenza, attraverso la valorizzazione del patrimonio culturale architettonico e paesaggistico.