CONDIVIDI
Maschito. Mario operaio Fiat
Maschito. Mario operaio Fiat

Maschito, 2013-07-19 – L’intera comunità arbereshe è stata sorpresa dalla notizia dell’improvvisa morte di Mario Saponara, 48enne operaio indotto Fiat, colpito da infarto lo scorso 18 luglio mentre lavorava. Sposato, due figli, dedito al lavoro, il suo tempo libero lo occupava anche per il sociale. Il vice-Sindaco Michelangelo Volpe lo ricorda così: “Il dispiacere è tanto ci hai lasciato increduli, amico di tante battaglie, è difficile dimenticarti dalla tua gioventù con quel sinistro magico, ogni volta che giocavi a calcio, al tuo impegno per il nostro paese, avevamo ancora tante lotte da fare insieme e ci hai lasciato un vuoto, la compagnia d’arme Lazzaro Mathes e tutto il paese ti avrà sempre nel cuore. Era diventato da poco il capitano dei Cndrgnan, nella rievocazione storica della Retnes, uno dei più attivi e propositivi. Lo scorso 14 luglio siamo stati a San Marzano (Ta), altro centro arbereshe, a rievocare questa storica parata arbereshe, non aveva dato per niente segni di preoccupazione. Centravanti potente degli anni 90 del Maschito degli anni d’oro faceva reparto da solo, vicinissimo a suo figlio Alessio che gioca con la squadra dei giovanissimi del Maschito, sempre al servizio delle associazioni ( Retnes, Pro Loco,Calcio, Karate) e di sua moglie per il ballo”. L’Associazione Culturale Liu.Bo, partecipa vivamente alla perdita del vostro compagno d’arme. Aurelio Caggianelli da Venosa: “Ciao Mario ! Amico di tante battaglie sui campi di calcio e uomo esemplare !”. I funerali si svolgeranno nel pomeriggio del 20 luglio e saranno officiati dal parroco di Maschito, don Raffaele Mecca nella chiesa madre di Sant’Elia.

l.z.