CONDIVIDI
Michele Sciarillo con Moni Ovadia
Michele Sciarillo con Moni Ovadia

Maschito (PZ), 06/10/2014 – Lo scorso 8 giugno,a Maschito, il professore Ernesto Miranda, uno dei promotori, annuncia la nascita di un’associazione culturale dedicata a “Michele Sciarillo”,un operatore di cultura, venuto a mancare nel mese di aprire, che era riuscito ad organizzare e donare alla sua cittadina di Maschito ( da poco più di un anno trasferitosi da Prato), mostre fotografiche,concerti,presentazioni di libri ed altri eventi culturali. E per fare questo annuncio si è scelta una serata musicale, come piaceva a lui. In questo spettacolo dal titolo “Concerto per Michele” si sono esibiti i maestri: Giuseppe Lioy e Roberta Lioy di Venosa e Rocco Barbano di Maschito. Quest’ultimo, consegue brillantemente il Diploma al Conservatorio “Niccolò Piccinni” di Bari nel luglio del 2013. Nel corso degli anni frequenta numerose Masteclass e partecipa a diversi concorsi classificandosi sempre fra i primi posti.

Attualmente frequenta il biennio di Chitarra Classica con il maestro Nando Di Modugno. Roberta Lioy di Venosa si diploma presso il Conservatorio “Egidio Romualdo Duni” di Matera il 27 febbraio 2014 con il massimo dei voti, lode e menzione speciale. Di recente è reduce da una tournèe in Germania ,dove suona in una delle sale più famose ad Amburgo e nella prestigiosa “Philharmonie” di Berlino. Attualmente supera l’audizione per il conservatorio “Claudio Monteverdi” di Bolzano nel quale studierà per i prossimi 2 anni. Ad aprire la serata Rocco Barbano con una composizione di Castelnuovo-Tedesco,poi Roberta Lioy con la “Ciaccona” di Bach.

Il maestro Barbano continuerà con l’esecuzione di composizioni di Villa-Lobos e Bach. Al maestro Roberta Lioy,si affiancherà il maestro Giuseppe Lioy, direttore di orchestra del coro polifonico “Carlo Gesualdo” di Venosa, per suonare “praeludium und allegro” di Pugnani Kreisler. Infine i tre maestri suoneranno la”Czarda” di Monti. La serata si conclude con un uditorio commosso e con l’invito del prof. Ernesto Miranda, esteso a tutti gli amici di Michele Sciarillo,di entrare a far parte dell’associazione,che ha ricordato la figura di Michele Sciarillo: “uno straordinario operatore culturale, che con il suo “caffè al teatro” ha animato la vita culturale pratese per circa trent’anni; è stato un uomo eccezionale che ha saputo attraversare la vita con la leggerezza di un bambino, sino al suo ultimo istante di vita”.