CONDIVIDI

Barbella2Bologna, 2014-03-05 – Liberamente tratto dal libro di Idanna Pucci “La Signora di Sing Sing”, l’opera teatrale è messa in scena dalla Compagnia Senzateatro di Ferrandina (MT). Interpretato da Francesco Evangelista, con testi di Davide Di Prima, Francesco Evangelista e Adriano Nubile e per la regia di Davide Di Prima e Adriano Nubile, la rappresentazione tratta la storia di Maria Barbella, la donna al mondo ad essere stata condannata a morte sulla sedia elettrica. Nata a Ferrandina nel 1868 ed emigrata in America nel 1892, la giovane Maria Barbella lavorava in una sartoria quando conosce Domenico Cataldo, anche lui emigrato da piccolo paese della Lucania, Chiaromonte. Dopo varie rassicurazioni di Domenico sul loro imminente matrimonio, Maria cede alle sue lusinghe e si concede. A questo punto, Domenico cambia atteggiamento con lei e ritratta tutte le promesse fatte. Un giorno, Maria Barbella incontra Domenico Cataldo e gli chiede di andare a casa sua per chiedere la sua mano, ma il giovane, infastidito gli risponde: “Solo un porco ti sposerebbe”. Maria, allora, estrasse da sotto lo scialle un rasoio e gli tagliò la gola.