CONDIVIDI

La Giuria del Premio Start Up, sabato 20 giugno 2015 alle 9,30, presso Mediateca provinciale Antonello Ribecco, la proclamazione delle tre imprese vincitrici della prima edizione Premio Start Up ideato e promosso da Manifattura delle Idee.

logo Manifattura delle IdeeMatera, 16 giugno 2015 – Sarà una giuria di alto profilo a decretare i tre progetti vincitori, dopo la valutazione delle cinque proposte giunte in finale, del Premio Start Up. Ideato e promosso dall’associazione Manifattura delle idee, il premio nasce per sostenere, stimolare e valorizzare l’imprenditoria giovanile attribuendo e tre premi in denaro e, soprattutto, 40 preziose ore di affiancamento per il primo anno di attività della nuova impresa. Il Premio Start Up sarà assegnato sabato 20 giugno 2015 nel corso di un incontro aperto al pubblico – con inizio alle 9,30 – alla Mediateca provinciale Antonello Ribecco in piazza Vittorio Veneto a Matera. Fra startupper, imprenditori e docenti universitari, sono cinque i giurati che, in Mediateca, ascolteranno e valuteranno le proposte di nuova impresa giunte alla fase finale del Premio Start Up.

Una giuria di alto profilo composta da: Gregorio De Felice – responsabile Ufficio Studi e Chief Economist di Intesa Sanpaolo e presidente dell’AIAF, l’associazione degli analisti economici italiani; Francesco Passarelli – docente di Economia presso l’Università Bocconi di Milano e Visiting professor di Economia internazionale presso il Dartmouth College, Hanover (NH), USA; l’imprenditore Pietro Di Leo e lo startupper Francesco Cucari l’ideatore del Dizionario dei Rifiuti, il primo motore di ricerca in Italia sulla raccolta differenziata, che a maggio ha rappresentato la Basilicata alla Mostra delle Identità Italiane, all’interno della sezione del Saper Fare presso EXPO MILANO.

A presiedere la giuria ci sarà il presidente dell’associazione Manifattura delle Idee, Biagio Cicchetti.

Spetterà a loro individuare, nella rosa dei cinque finalisti, i tre progetti che si aggiudicheranno il primo premio di € 7.500,00, un secondo premio di € 5.000,00 e un terzo premio di € 2.500,00.

“Al premio in denaro – spiega Biagio Cicchetti presidente dell’associazione Manifattura delle Idee – l’associazione Manifattura delle Idee, grazie alla disponibilità dei soci, aggiunge un servizio di supporto e di assistenza nel corso della delicata fase di avvio dell’iniziativa imprenditoriale per complessive 40 ore, distribuite in dodici mesi a partire dalla data del contratto di concessione del premio e che prevede l’accesso ai servizi di assistenza tecnica, di coaching e di tutoraggio nella fase di start-up dell’iniziativa. L’affiancamento alle nuove imprese – conclude Cicchetti – è un servizio di supporto e di assistenza che ha l’obiettivo di trasferire ai giovani imprenditori le necessarie competenze di base gestionali, amministrative, finanziarie, organizzative e fiscali”.

Il 20 maggio 2015 si contenderanno i tre premi, i cinque progetti finalisti:

SARTORIA EQUO SOLIDALE di tre giovani materane;

SCARTUP CREATIVITÀ E RICICLO che mira a dare nuova vita agli scarti realizzando oggetti ma anche tenere corsi laboratoriali di fai da te e riciclo;

ALTRASPESA: ECONOMIA SOSTENIBILE, progetto proposto da un trio composto da un’altamurano, un tarantino e un materano che, per realizzare il loro progetto, si avvarranno di un’agenzia di comunicazione e di una parrocchia di Matera.

EMOZIONARE CON IL DIGITALE RUPESTRE progetto presentato da un giovane materano laureato in in Nuove Tecnologie per la Storia e i Beni Culturali e da una società che cura la conservazione, tutela, pulizia, fruizione e valorizzazione sostenibile del Parco Archeologico Storico Naturale delle Chiese Rupestri del Materano.

MATEREAL progetto presentato da due pugliesi che si sono formati nel Nord Italia e in Europa.

I progetti finalisti e altre informazioni sul premio Start Up sono reperibili sul sito:

www.manifatturadelleidee.org

Profilo dei giurati del Premio START UP Nuove Imprese

Biagio Cicchetti – Odontotecnico e Presidente di MANIFATTURA DELLE IDEE

Diplomato presso il Politecnico Biosanitario “A. Fleming” di Perugia nel 1976.
Titolare a Matera del laboratorio “A. Cicchetti” dal 2003, prosegue l’attività avviata nel 1946 da Angelo Cicchetti, tra i primi operatori del settore in Basilicata.
E’ responsabile culturale per la Regione Basilicata di A.N.T.L.O. per la quale progetta e realizza seminari e attività di informazione/formazione destinate agli operatori del settore e dirette a stimolare la crescita culturale degli odontotecnici. E’ consulente tecnico di alcune aziende dentali.
Negli ultimi anni si è dedicato ai temi della cultura d’impresa, sia promuovendoli all’interno delle proprie organizzazioni, sia attraverso l’associazione “Manifattura delle idee a.p.s.” di cui è presidente.

GREGORIO DE FELICE – chief economist INTESA SAN PAOLO

Responsabile Ufficio Studi e Chief Economist di Intesa Sanpaolo. Presidente di AIAF – l’associazione degli analisti economici italiani.
Laureato in economia e scienze sociali all’Università L. Bocconi di Milano. Entra in Banca Commerciale Italiana nel dipartimento ricerche nel 1983 divenendone il capo nel 1995. Dal 1994 al 1999 è stato Professore di Economia Monetaria presso L’Università Bocconi.

E’ membro di varie associazioni economiche tra le quali: ICBE (International Club of Bank Economists), ICCBE (International Conference of Commercial Bank Economists), Associazione Nazionale per l’Enciclopedia della Banca e della Borsa e la Fondazione Rosselli. E’ membro di alcuni consigli di amministrazione tra i quali: Prometeia, Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (ISPI), Associazione per gli Studi di Banca e Borsa, SRM (Associazione per gli Studi sul Mezzogiorno), Gruppo Economisti di Impresa (GEI), AIP (Associazione Italiana per la Produzione), Fondazione Banca Sicula and Centro Studi Grande Milano.

Francesco PASSARELLI – Docente di Economia

E’ laureato in Discipline Economiche e sociali presso l’Università Bocconi di Milano. E’ Master presso Università cattolica di Lovanio e PHD presso l’Università Bocconi.
Attualmente è professore associato di Politica Economica presso l’Università di Teramo e docente di Economia presso l’Università Bocconi di Milano e Visiting professor di Economia internazionale presso il Dartmouth College, Hanover (NH), USA. Ha trascorso lunghi periodi di insegnamento e ricerca presso Harvard University – Berkley University negli USA; University of Victoria, Victoria in Canada e L’Institute of European Studies, Macau, China; E’ autore di numerosi articoli su prestigiose riviste di economia a livello internazionale. E’ autore, inoltre, di diversi saggi in tema economico.

Pietro Di Leo – Imprenditore

Rappresenta la quarta generazione di una famiglia che avvia a metà ‘800 l’attività imprenditoriale con un forno a legna trasformato successivamente in panificio.
Nei primi anni ’60 alla produzione del pane si affianca la realizzazione di prodotti tipici artigianali come: taralli, biscotti da latte e dolcetti delle feste. Una scelta che si rivelò vincente, tanto che in breve tempo l’attività si trasformò in una vera e propria azienda, la Di Leo Pietro s.n.c..
Negli anni ’90 il definitivo trasferimento nello stabilimento attuale, dove l’azienda diede il via a una produzione su larga scala.
La Di Leo Pietro SpA, oggi condotta da Pietro Di Leo, è un’impresa in espansione. Opera secondo una filosofia che integra i vantaggi delle più moderne tecnologie all’impiego di materie prime di altissima qualità nel rispetto di tecniche produttive ereditate dall’antica tradizione artigiana.

Francesco Cucari – Startupper

Ha 22 anni; ha ideato e messo in rete: il Dizionario dei Rifiuti, il primo motore di ricerca in Italia sulla raccolta differenziata.
Pochi mesi dopo l’uscita l’applicazione è stata eletta Utility app dell’anno 2011 da NinjaMarketing. Nel 2012 ha formato un vero e proprio team. Nel 2013 ha vinto il premio New Green Generation e nel 2014 la business plan competition “StartCup Basilicata”. Studia Ingegneria Informatica presso l’Università La Sapienza di Roma.
Ha partecipato come speaker a diversi eventi, seminari e convegni. Della sua storia ne hanno parlato i più importanti media nazionali e ultimamente è stata raccontata anche in un libro! Da Maggio 2015 rappresenta la Basilicata nella Mostra delle Identità Italiane, all’interno della sezione del Saper Fare presso EXPO MILANO.