CONDIVIDI

Purtroppo a pagare le inadempienze della Giunta comunale venosina sono sempre i cittadini. Alcune settimane fa abbiamo posto alcune domande al Sindaco e alla Giunta comunale, al Partito Democratico venosino e ai suoi alleati forzisti, senza ottenere nessuna risposta. Avevamo chiesto agli amministratori di Venosa di conoscere i dettagli del progetto che prevedeva la riqualificazione del parco giochi di via Appia e la realizzazione al posto dell’attuale “campo di addestramento” di un vero e proprio parco giochi inclusivo.

venosa
Dal web

Si trattava di una legittima domanda che avevamo deciso di porre dalle pagine di facebook e da quelle dei giornali alla luce delle allarmanti voci che si rincorrevano nella città e che parlavano di come per colpa di un assessore un po’ troppo presuntuoso, si fosse perso l’ennesimo finanziamento e quindi l’ennesima possibilità di realizzare qualcosa di positivo nella nostra città. Ebbene, quelle voci sono state confermate e il silenzio della maggioranza hanno corroborato quelle che fino a ieri erano solamente voci di corridoi.

Succede così che dopo aver rigettato la nostra mozione alcuni mesi or sono (molti mesi oro sono in verità) perché superata dai mega progetti che l’amministrazione stava già realizzando, ecco arrivare finalmente l’occasione per dotare Venosa di un parco giochi inclusivo adatto al divertimento di bambini normodotati e diversamente abili. Peccato che incompetenza e arroganza hanno fatto in modo che si perdesse il finanziamento regionale e con esso la possibilità di donare a tutti i bambini lo stesso diritto di giocare e divertirsi.

Si tratta di una perdita troppo importante perché coinvolge i più piccoli e non può essere tollerata tale mancanza di professionalità e di attenzione da parte di un assessore comunale e di una intera Giunta comunale attenta solamente a mantenere poltrone e potere ed incapace di realizzare anche i più semplici progetti, di programmare, di intercettare finanziamenti e opportunità.

Per colpa di questa grave mancanza non possiamo però accettare che a perdere in questa storia siano i più deboli, i bambini (ed in questo caso soprattutto quelli meno fortunati), per questo abbiamo deciso di scendere in campo e di lanciare un appello alla cittadinanza e alle associazione che sul territorio si occupano di disabilità, di infanzia, di cultura, di sport per chiedere a tutti di portare avanti una campagna di raccolta fondi per donare alla città di Venosa almeno un gioco inclusivo da collocare all’interno di uno dei parco giochi cittadini.

Facciamo appello ai cittadini e alle associazioni affinché per una volta questa comunità faccia squadra per recuperare quello che a causa della incompetenza di qualcuno è stato negato ai più piccoli.

Chiediamo a tutti di aderire a questa campagna e di sposare questo progetto volto a dotare Venosa di un gioco inclusivo e magari di un intero parco giochi inclusivo, riscopriamo il senso dell’essere comunità, lavoriamo insieme per il bene dei nostri figli.

Movimento 5 Stelle Venosa