CONDIVIDI

Venosa – Nell’ultimo consiglio comunale siamo stati chiamati a votare l’approvazione del bilancio preventivo. Un bilancio che giunge ormai alla sua seconda edizione come esatta fotocopia della prima, anzi, qualcosa è cambiato, o meglio, “aumentato”: le tasse. Immutata, rispetto allo scorso anno, resta l’impotenza di una maggioranza che nulla può a causa dei continui tagli agli enti locali adottati dalla fallimentare politica renziana, da cui essa stessa supinamente dipende e prende ordini! Ci siamo dichiarati assolutamente contrari ad un bilancio preventivo che alle voci turismo, cultura e ambiente fa corrispondere investimenti pari a ZERO, quando invece queste rappresentano le più importanti risorse da cui partire per iniziare la ripresa dell’economia cittadina. Abbiamo appreso di alcune “fanta-entrate” come quelle che potrebbero derivare dall’incasso di multe onerosissime, grazie all’installazione di dispositivi particolari (fotostop) sui semafori cittadini (sarebbe già tanto se prima tornassero regolarmente in funzione!); oppure ancora quelle previste dalla vendita di box auto, che però, ad oggi, non sono stati sottoposti neanche a collaudo! Nessun intervento sulle voci che pesano di più nel bilancio di un comune. La macchina amministrativa resta tale, anzi aggravata dal reinserimento di una posizione organizzativa, che avevano precedentemente e maldestramente tentato di eliminare: ancora troppe aree dirigenziali, quindi! Della raccolta differenziata non si fa alcuna menzione ed infatti aumenta la tari!

Venosa Piazza Orazio Flacco
Venosa Piazza Orazio Flacco-foto dal web

Di potenziamento dei servizi turistici, dai quali poter magari ricavare una “tourist tax”, non se ne parla proprio! E allora, qual è la solita triste ricetta della giunta Gammone? È quella tipica di chi non ha idee o linee programmatiche perseguibili, quella di chi “tira a campare”, senza aver a cuore i problemi economici con cui i cittadini sono costretti a combattere ogni giorno. Sì, altrimenti, perché mai questa maggioranza si ridurrebbe continuamente ad aumentare le tasse, scambiando le tasche dei venosini per le banche da cui attingere sempre più risorse…?!?!?!

Movimento 5 Stelle Venosa