CONDIVIDI

pedalataPotenza – 25 chilometri in bicicletta per dire No allo stravolgimento della Costituzione del governo Renzi. Questa l’iniziativa pensata congiuntamente da Movimento 5 Stelle Potenza e Attivisti 5 Stelle Pietragalla e presentata ieri pomeriggio presso il Palazzo di Città del capoluogo dal portavoce comunale Savino Giannizzari, da Michele Potenza (responsabile regionale della comunicazione per il referendum costituzionale) e da Arnaldo Lomuti (componente dello staff del consigliere regionale Gianni Leggieri).

Una pedalata – in programma sabato 1 ottobre, con ritrovo dalle 11 in piazza Mario Pagano – che vuole far arrivare dalla nostra regione un ulteriore, determinato segnale di dissenso in vista del referendum del prossimo 4 dicembre. E un evento sicuramente destinato a rompere gli schemi rispetto ai classici dibattiti sulla consultazione referendaria.

Come spiega Mirella Liuzzi, parlamentare lucana del M5S che ha assicurato la sua presenza, impegnata insieme ad altri portavoce a spiegare le ragioni del No durante una serie di iniziative in programma in Basilicata nei prossimi weekend. “Informeremo i cittadini e non lo faremo solo con le solite agorà o convegni, ma anche con eventi volti ad aggregare e coinvolgere quante più persone possibili”.

“Dopo l’appuntamento di Potenza infatti – prosegue la portavoce Cinque Stelle alla Camera – domenica 2 ottobre saremo a Matera, dalle ore 9, con un’escursione nei Sassi che prenderà il via da piazza San Pietro Caveoso e si concluderà con un flash mob. Nelle prossime settimane poi andremo anche a Filiano, Lauria, Grassano, Castelsaraceno, Melfi e Rivello”.

Per la pedalata Potenza-Pietragalla quindi appuntamento fissato per tutti, attivisti e cittadini-ciclisti intenzionati a partecipare (basta portare con sè un semplice caschetto), per sabato mattina alle 11 a Potenza in piazza Mario Pagano: lì ci sarà un primo dibattito aperto a tutti sulle ragioni del No, poi partenza in direzione Pietragalla e, dopo l’arrivo nella città dei Palmenti, intorno alle 17, altra discussione sul No al referendum presso la Sala del Consiglio comunale di via Cadorna.

All’iniziativa, oltre a Mirella Liuzzi, Savino Giannizzari – che nel Consiglio comunale di venerdì ha simbolicamente deciso di indossare la maglietta #iodicono – e gli altri portavoce locali, interverrà anche il professor Giorgio Fontana, ordinario di Diritto del Lavoro presso l’Università Mediterranea di Reggio Calabria.