CONDIVIDI

Il 31 ottobre si scende in piazza per affermare con forza il No del popolo lucano al Petrolio. Il 31 ottobre inizia di fatto la campagna referendaria che deciderà il futuro della nostra terra e di tante altre Regioni italiane. Dopo le dichiarazioni di circostanza di tanti, è giunto il momento dei fatti concreti, è arrivata l’ora di manifestare il dissenso alle politiche colonialistiche di Renzi in maniera chiara e decisa. No al Petrolio… Si alla Terra, ecco lo slogan principale della manifestazione, ecco cosa grideranno cittadini, associazioni e il Movimento 5 Stelle per le strade di Montescaglioso.

petrolio

Uno slogan che da Montescaglioso deve propagarsi per tutti i comuni lucani con la speranza di essere supportato da tutti. I portavoce del Movimento 5 Stelle aderiscono convintamente alla manifestazione del 31 ottobre come convintamente hanno combattuto in questi mesi in difesa dell’ambiente, del paesaggio, della salute pubblica nei consigli comunali e regionali, nel parlamento italiano ed in quello europeo.

La battaglia di questi mesi è importantissima e non possiamo tirarci indietro, tutti abbiamo il dovere di partecipare, di dare il contributo richiesto, di attivarci per spiegare l’importanza del voto referendario e il rischio che corre la nostra Regione. D’altra parte, le notizie che arrivano da Roma e che riguardano il nostro mar Ionio, non lasciano dubbi sulle intenzioni di chi governa al momento il Paese. Non possiamo stare tranquilli e se vogliamo realmente difendere gli interessi del popolo lucano il 31 ottobre abbiamo il dovere di partecipare.

I portavoce del M5S di Potenza, Filiano, Miglionico, Montalbano Jonico, Venosa