CONDIVIDI
venosa
Venosa-Foto dal web

Potenza, 02-06-2015 – “È una situazione assurda che denota lo stato di abbandono in cui versa il patrimonio storico ed artistico di questa Regione. La situazione del parco archeologico di Venosa è il paradigma di un territorio che ha grandi potenzialità inespresse a causa di scelte politiche assurde e di totale assenza di programmazione”. Succede così che da ieri il Parco archeologico di Venosa, testimonianza storica di grande valore e attrazione turistica di grande rilievo, rimane chiuso per “mancanza di personale”. Questo ulteriore disagio per i numerosi turisti che visitano Venosa si aggiunge ai tanti che già vive la città oraziana. Catacombe quasi del tutto inaccessibili, parco paleolitico abbandonato, centro storico abbandonato a se stesso, collegamenti extraurbani indecenti. “Non è possibile continuare così.  Non si può accettare che una città ed una Regione che dovrebbero puntare sul turismo come volano di sviluppo, continuino a subire queste situazioni di indecorosa non curanza”. Mi piacerebbe capire dove sono le istituzioni, dov’è la Regione, l’amministrazione comunale e la sovraintendenza.

Consigliere regionale del M5S – Gianni Leggieri