CONDIVIDI
Concerto a Lucera duo Bruno Falanga Sergio Paciello
Concerto a Lucera duo Bruno Falanga Sergio Paciello

Barile – Successo di pubblico e di critica fuori dai confini regionali per il clarinettista lucano Bruno Falanga (residente a Barile e Docente presso il Conservatorio di Foggia), in duo con il pianista Sergio Paciello domenica 19 aprile ha tenuto un Concerto a Lucera, presso il Circolo Unione, nell’ambito della III Stagione Concertistica organizzata dall’Associazione musicale “Risonanze”.La presentazione dei brani è stata illustrata da Alba Collivignarelli, Tema del Concerto “Si apre il sipario” Nella serata sono stati eseguiti: del clarinettista e compositore Vincenzo Correnti “Piccolo Angelo” (una toccante ninna nanna dalla delicata ed espressiva melodia affidata al clarinetto in un dialogo con il pianoforte. Una ballata klezmer (musica ebraica- il termine deriva da kli e zmer che si traducono in strumento della melodia) di R.Pansera. Questa musica si è sviluppata nell’Europa orientale dove veniva suonata in occasioni di feste importanti. Del compositore argentino Astor Piazzolla (raffinato compositore, la sua musica fonde la tradizione del tango argentino con le suggestioni del classico, per creare un nuovo genere) “Oblivion”, uno dei brani più famosi, dolcissimo e struggente. Di Nunzio Ortolano (compositore italiano) il tango “Manola”, brano brillante e appassionato, paragonabile al tratto di matita del pittore che a mano libera disegna un cerchio perfetto. Nella seconda parte del Concerto una Fantasia e Rondò di Weber/Rose. Libera rielaborazione dei temi del Quintetto Op.34 di Weber per clarinetto e archi, divisa fra un tempo lento dal carattere espressivo cui segue un Rondò brillante e virtuosistico. Quindi due brani che si svilupparono nei cosiddetti “Salotti ottocenteschi” e che rientrano in quella vasta produzione di fantasie operistiche, campionario di virtuosismi tecnico-interpretativi. La Fantasia Op.83 su temi della “Cavalleria Rusticana” di P. Mascagni scritta dal clarinettista Carlo Della Giacoma e la Fantasia su temi del “Rigoletto” di Verdi scritta dal clarinettista Luigi Bassi.
Un programma vario in cui il clarinettista Falanga con il pianista Paciello ha
sostenuto con intensa espressività e audaci virtuosismi, il pubblico ha apprezzato entusiasticamente con richiesta di bis.