CONDIVIDI
Melfi Olimpia Volley
Melfi Olimpia Volley

Melfi – Ultima chiamata utile per l’Olimpia Volley Melfi sabato 2 maggio alle ore 19.00 presso la palestra comunale della cittadina normanna, per il titolo di campione regionale. Oggi il piatto della bilancia pende a favore dell’Asci Potenza, che domenica scorsa nella finale gara 1 ha sconfitto le melfitane campionesse provinciali per 3 a 0. Un 3 a 0 frutto di una gara perfetta delle padrone di casa, che hanno messo in seria difficoltà il team di mister Vincenzo Pontolillo con una serie continua di ottime battute, condizione questa che ha compromesso la ricezione dell’Olimpia e di conseguenza anche la fase d’attacco. Di sicuro c’è che l’Olimpia non ha avuto un buon approccio alla gara, sin dal riscaldamento le ragazze sono apparse forse poco concentrate e troppo tranquille. I primi due set hanno comunque visto entrambe le squadre fronteggiarsi alla pari sino al 18/19 pari, con le potentine sempre pronte a mettere in difficoltà la ricezione dell’Olimpia. Il secondo set addirittura ha visto l’Olimpia avanti quasi sino alla conquista della pareggio, ma sul 23-21 una sorta di inspiegabile nervosismo ha preso il sopravvento su Di Luccio (ex di turno) e socie, tanto da permettere all’Asci di portarsi sul 2 a 0 con il punteggio di 25-21. Incassato questo uno-due micidiale, il terzo set è scivolato via facile per le padrone di casa che hanno chiuso il set con un largo 25-16.

A fine gara mister Pontolillo ha parlato di un arbitraggio corretto ed ha riconosciuto il valore delle avversarie, che da tempo primeggiano con l’Olimpia, protagoniste di una buona gara, sia in difesa che in battuta, condizione questa che ha permesso all’Olimpia di attaccare molto meno del solito. Ovviamente questa sconfitta non sminuisce il valore dell’Olimpia, chiamata sabato all’impresa, qualora volesse, come ci si augura, agguantare anche il titolo di campione regionale e per farlo non dovrà solamente vincere, ma stravincere, battendo le potentine per 4 a 0, ribaltando quindi il match come già accaduto in semifinale contro il Muro Lucano. L’Asci non è certamente il Muro Lucano ed in casa Olimpia lo sanno bene, ma in tanti confidano in una risposta d’orgoglio di Vitucci e compagne. Qualora il 4 a 0 non dovesse arrivare, di sicuro non ci saranno drammi in casa Olimpia, che con l’Asci ha comunque già in tasca un posto in serie D.