CONDIVIDI

olimpiaMatera – L’Olimpia Matera vuole continuare a recuperare. La vittoria contro la capolista Bisceglie ha spianato la strada del roster biancazzurro verso il recupero dei punti sino ad ora lasciati per strada. L’appuntamento a Rimini si preannuncia importante.

Una squadra giovane, con soli due giocatori più esperti e un gruppo di giovanissimi pronti a vendere cara la pelle. Dall’altra parte, un’Olimpia che ha vissuto una settimana di acciacchi. Al solito Adama Ba, fermo per un problema al ginocchio da due settimane, si è aggiunto in questi giorni lo stop di Mattia Stano.

Il giovane playmaker materano non ha recuperato e non è neppure partito alla volta del centro romagnolo con la squadra. Il resto della squadra ha lavorato regolarmente e l’attesa per la gara è tanta. Bisogna tornare a dare continuità ai risultati e per farlo l’obiettivo è solo uno, vincere.

Coach Miriello ha preparato la sfida nei dettagli, in attesa del confronto sul campo analizza la situazione della sua squadra: “Ci sono diversi acciacchi, a parte quelli di Ba e Stano, che non saranno della gara contro Rimini.

olimpia-materaGli altri sono pronti, nonostante alcuni problemini che proveranno a dimenticare nel corso della gara. Probabilmente abbiamo corso troppo contro Bisceglie – scherza l’allenatore dell’Olimpia –.

Senza dubbio non arriviamo al top a questo appuntamento, ma sicuramente pronti ad affrontare una nuova battaglia. In questo girone nessuna gara è semplice, quindi siamo chiamati a dare ancora una volta il massimo delle nostre capacità e qualità – continua Miriello –. Affronteremo una buonissima squadra, che ha tanti giovani, pronti a dare il massimo in campo.

Una squadra eclettica, con tante soluzioni e ragazzi che possono fare la differenza se sono in giornata. Senza dubbio l’approccio mentale sarà fondamentale, non dobbiamo pensare ad una gara ipoteticamente facile, ma come le altre in questa categoria, ad una partita dagli alti contenuti agonistici, fisici e tecnici”, conclude Miriello.

Una gara pronta a regalare nuove emozioni. Il successo è l’obiettivo dell’Olimpia, ma come al solito di fronte ci sarà una squadra pronta a dare il tutto per tutto per conquistare due punti contro il roster biancazzurro.

Bisognerà mettere in campo tante cose, tra le quali determinazione, concentrazione, voglia e agonismo. “Rimini può vantare nel suo roster due chiocce e un gruppo di giovani davvero interessanti – spiega il direttore sportivo dell’Olimpia, Francesco Martinelli –.

Quando si gioca contro i giovani, possono uscire partite importanti o gare meno brillanti, non sai cosa aspettarti. L’unica cosa certa? Affronteremo un Rimini agguerrito, che vorrà vendere cara la pelle, soprattutto perchè nessuno vuol lasciare punti tra le mura amiche. Da parte nostra, stiamo lavorando bene fisicamente, soprattutto al recupero di Adama Ba, anche se non sarà ancora una volta dei nostri, poi proveremo a recuperare meglio anche gli altri acciaccati, che in settimana hanno avuto problemi – conclude il diesse biancazzurro –. Siamo comunque pronti a dare il massimo per ottenere una grande risposta e portare a casa il risultato pieno”.