CONDIVIDI
olimpia matera
olimpia matera

Matera – L’Olimpia Matera pronta alla sfida di Porto Sant’Elpidio. Mettere un altro mattoncino, o meglio due, sul cammino della squadra biancazzurra, è il primo obiettivo della seconda giornata di ritorno, la diciassettesima del girone D di serie B. La squadra di coach Roberto Miriello è pronta a dare il massimo per portare a casa una vittoria fondamentale nella rincorsa alle posizioni migliori di questo campionato.

L’avversaria di turno è squadra ostica, che all’andata impose la sconfitta, al PalaSassi, ai materani. Una sconfitta non dimenticata, ma che non sarà motivo di rivincita per l’Olimpia, che pensa solamente a migliorarsi e continuare a lottare per migliorare la propria posizione in graduatoria.

Il Porto Sant’Elpidio attualmente è appaiato ai biancazzurri, a 20 punti in classifica per effetto delle dieci vittorie conquistate e delle sei sconfitte subite. Una gara in più dei materani (che devono ancora recuperare la sfida interna contro la capolista Montegranaro). Una sfida importante sotto diversi aspetti, ma che ha nel risultato finale il suo vero fulcro. L’Olimpia Matera, proprio come i rivali marchigiani, nella finestra di mercato non ha cambiato nulla all’interno del suo roster.

Una squadra che ha ottenuto sino ad ora ottimi risultati, in un cammino che era quello ipotizzato ad inizio stagione. La gara di andata, conclusa sul 86-88 però, è un lontano ricordo per i biancazzurri, che negli ultimi due mesi hanno completamente invertito la rotta ed hanno collezionato una serie di successi consecutivi. Allo stesso tempo, nell’ambiente biancazzurro non si parla di rivincita, ma solamente di una gara che vale due punti come le altre e che, dimenticato il passato, bisogna portare a casa a tutti i costi. Palla a due alle ore 18.

“Ogni partita vale due punti, non penso al girone d’andata, alla seconda giornata cosa è successo, ma guardo avanti. Anche la squadra è consapevole ed ha la mia stessa mentalità – spiega il coach dell’Olimpia, Roberto Miriello –. Non è assolutamente una rivincita, ma è una gara che serve vincere per continuare a risalire la classifica e lottare con le migliori, mantenendo il trend positivo che ci accompagna da alcune settimane. E’ questo il nostro obiettivo primario”.

Il piano partita è definito con grande attenzione e meticolosità. “E’ una gara nella quale bisognerà entrare concentrati già prima della palla a due, per poi dare intensità dal primo pallone giocato”. Il neo dei ripetuti acciacchi nelle ultime settimane è marginale, la squadra sta tornando al cento per cento. “Ci vuole continuità anche nel lavoro settimanale, questo è certo.

Nelle ultime settimane non abbiamo avuto fortuna in questo, ma stiamo lavorando bene nel complesso – continua Miriello –. Ci sono tanti piccoli problemi che proviamo a risolvere con pazienza e senza affanni. In questo momento abbiamo meno fortuna, ma siamo fiduciosi. Stringiamo i denti e andiamo avanti”.

Poche parole, ma chiare, anche su Porto Sant’Elpidio. “E’ una squadra compatta, che non ha giustamente cambiato niente nel mercato e sta ottenendo ottimi risultati. Una squadra insidiosa che non bisogna mai sottovalutare nel corso della sfida. Serve il massimo impegno e la massima determinazione per batterli e noi siamo pronti a metterci entrambe le componenti per portare a casa la vittoria”.