CONDIVIDI
Gionny Zampolli
Gionny Zampolli

L’Olimpia Matera riparte immediatamente. Lo stop interno cancellato dalla vittoria di Senigallia. Una gara dominata in lungo e in largo, sino al +18 alla terza sirena. Peccato per il calo, di tensione e si attenzione del roster di coach Miriello, che permette ai padroni di casa di rientrare e ci vuole tutta l’esperienza e la qualità dei biancazzurri per rintuzzare il 13-0 di parziale ad inizio ultimo quarto e contenere il ritorno del Senigallia, per portare a casa il successo. Una sofferenza evitabile e la squadra ne è consapevole.

Il migliore in campo è stato Zampolli (23 punti, con il 69% da due, 2 assist e ben 25 di valutazione). In doppia cifra anche Lestini (16), Laudoni (13) e Grande (13) ottima valutazione anche per lui, autore di una doppia doppia, grazie agli 11 rimbalzi, conditi anche da 5 assist, per una valutazione di 22 a fine gara. Hanno dato il proprio contributo anche Ravazzani (4) per la prima volta nello starting five, capitan Cantagalli (4) e Crotta (2). Pochi minuti per Ba, che sta continuando il suo percorso di crescita agonistico e tecnico.

“Abbiamo vinto, e va bene – commenta la guardia dell’Olimpia Matera, Gionny Zampolli –. Ma bisogna migliorare ancora. Non è pensabile dominare in lungo e in largo per tre quarti, arrivare quasi al +20 per poi dover lottare sino agli ultimi minuti per il successo. Dobbiamo mettere al sicuro le partite, senza frenare o fermarci. Purtroppo il calo di tensione è stato evidente e, come già successo in casa, gli avversari stavano per approfittarne.

Abbiamo diminuito la velocità, i contropiedi e la rapidità d’esecuzione, facendo il gioco del Senigallia, che tra l’altro ha trovato canestri estemporanei e preso tanta fiducia. E’ un nostro peccato, che dobbiamo evitare in futuro.

Bisogna lavorarci tanto su questo aspetto della gara. Se siamo molto in vantaggio non dobbiamo comunque mollare mai. Purtroppo abbiamo affrontato e affronteremo ancora in questo campionato squadre che, contro di noi, non hanno niente da perdere e, soprattutto quando sono in svantaggio giocano in scioltezza. Noi invece, che dobbiamo fare questo campionato, non possiamo permetterci sbavature, in nessun caso”.

Ed ora, sguardo già alla prossima tappa del girone D della serie B di basket. Domenica arriva a Matera il Campli, attuale capolista. Coach Roberto Miriello ha solamente due giorni per preparare al meglio l’appuntamento interno, contro una delle compagini meglio attrezzate del campionato.

“Abbiamo affrontato oggi un primo briefing sul campo. Abbiamo poco tempo per preparare la sfida, ma siamo pronti recuperare la forma fisica e dare il massimo. Giocheremo in casa e davanti al nostro pubblico dobbiamo dare il massimo e portare a casa il successo. Soprattutto dopo la prima casalinga, vogliamo assolutamente regalare al nostro pubblico una gioia, da condividere tutti insieme”.