CONDIVIDI

Matera – L’Olimpia Bawer Matera rinnova il suo impegno sociale con una stupenda mattinata passata nella palestra dell’Istituto Comprensivo “Torraca” di Matera, nel plesso di via Marconi per il Progetto Scuola.

Ad attendere i cestisti biancazzurri circa cento piccoli appassionati, tutte le classi quinte della scuola Elementare “Marconi” ed alcune prime classi della scuola Media “Torraca”, accomunati dal progetto continuità proposto dal dirigente scolastico Maria Luisa Sabino.

Una palestra colma di domande, di curiosità e di fermento. Non ci sono state soste, dalla presentazione della mattinata da parte del dirigente scolastico assieme al responsabile del progetto scuola dell’Olimpia Bawer Matera, Carlo Melodia, sino agli autografi finali. Un vero e proprio assalto quello ai cestisti biancazzurri Gianni Cantagalli, Stefano Laudoni e Adama Ba.

Dopo l’iniziale imbarazzo, i piccoli alunni della scuola elementare Marconi, guidati dalla responsabile del plesso Mariantonietta Scazzariello e dalle altre docenti delle classi quinte, si sono avvicinati a Sergio Galante e Luciano Cotrufo per le prime domande.

Tante le curiosità sulla vita quotidiana degli idoli, spesso visti solamente in azione sul parquet. Dove è nata la passione di Cantagalli, Laudoni e Ba, come l’hanno portata avanti; se è difficile fare la vita da atleti e, anche, come si diventa giocatori di pallacanestro. Curiosità che hanno toccato anche il quotidiano, la vita di tutti i giorni dei cestisti, dal cibo preferito a quello “proibito” dal mangiare verdure e pesce, spesso poco graditi dai più piccoli, al divieto imposto per le merendine.

Una piccola studentessa, viste le “dimensioni” dei cestisti, si è interessata alle misure, chiedendone l’altezza; mentre un suo compagno di classe ha approfondito il numero delle scarpe, restando sorpreso alla risposta di Adama Ba, che calza un 48. Poi si è passati alle passioni dei cestisti, gli altri hobby, o altri sport praticati da giovani, ma anche divertenti sketch sulle abilità cestistiche dei tre atleti. Tutte le curiosità hanno ottenuto una risposta.

La giornata si è completata con le infinite richieste di autografi per capitan Cantagalli, Laudoni e Ba, che hanno esaudito tutti i desideri dei giovani alunni della scuola elementare Marconi e della media Torraca, tra foto di gruppo, selfie, abbracci e dediche.

Non è mancato niente in una giornata che prosegue l’instancabile attività dell’Olimpia Bawer Matera sul territorio, coordinata da Carlo Melodia e coadiuvata da Sergio Galante e Luciano Cotrufo. Per tutti l’invito a recarsi al PalaSassi, con un genitore, per la prossima gara interna dell’Olimpia Bawer Matera, prevista per domenica 12 febbraio contro Perugia. La festa può continuare sugli spalti.