CONDIVIDI
foto dal web
foto dal web

Taranto, 10-10-2014 – Dopo il Diaforum sulla Francia e Il teatro a Taranto ritorna per i “Venerdì Culturali di Presenza Lucana” la cartella Storie del Sud al cui interno sarà inserita la Storia di Taranto dal 1945 al 1970, da Voccoli a Leone e Lorusso, di Pinuccio Stea.
I due testi
• “La Costruzione della Democrazia Repubblicana” e
• “La grande industrializzazione”
sono i primi, in ordine di tempo, pubblicati da Stea. I cinque testi dell’autore ricostruiscono le vicende politiche, amministrative, economiche, culturali, sociali e di costume della città. I volumi riportano, anche, i risultati di tutte le competizioni elettorali dal 2 giugno 1946 al 2006, e la composizione dei consigli comunali. In sintesi un modo originale, dell’Autore, per scrivere una storia ricca di contenuti con i nomi dei personaggi che hanno amministrato la nostra città. Importanti sono le oltre 500 foto che ci restituiscono: uomini politici, comizi, manifestazioni e costumi di una città, trasformatasi nel tempo che, solo poche volte, è riuscita a trovare un connubio necessario e importante per migliorare il rapporto tra politica e territorio. La relazione, che si svolgerà Venerdì 10 Ottobre, con inizio alle ore 18.30 nella sede di Via Veneto 106/A con libero ingresso, sarà tenuta dal giornalista Angelo Caputo. Interverrà l’autore che chiarirà come l’indicazione dei nomi dei Sindaci sia stata “un mero escamotage per individuare il periodo storico ricostruito” (P. Stea). Introdurrà l’incontro Michele Santoro.
E’ questo sicuramente uno studio che mette a disposizione del lettore la storia di Taranto nel suo temporale svolgersi.
Gli altri tre titoli dei libri pubblicati sulla storia di Taranto sono:
• “Taranto da Lorusso a Cannata (1971-1982)”
• “Taranto da Cannata a Cito (1983-1993)”
• “Taranto da Cito a Di Bello (1994-2006)”